giovedì 23 marzo 2017

Miss Peregrine - La Casa dei Ragazzi Speciali

Conosco il cinema di Tim Burton, perchè ci sono cresciuta, ho visto cosa era capace di fare in gioventù e poi ho anche visto cosa la maturità lo ha portato a fare.
Nulla di strano a volte capita che il lampo di genio sparisca, altre volte fa capolino come nello splendido Frankenweenie dove ha dimostrato che ancora quella fiamma geniale che lo ha contraddistinto è ancora viva.


Personalmente nel live action ha perduto qualcosa con la vecchiaia.
Naturalmente a 58 anni suonati forse quell'entusiasmo è andato perduto? Io resto sempre in attesa di qualche altra sua genialata, perchè nonostante tutto gli voglio ancora bene e lo adoro, essendo uno dei primi registi che mi sono piaciuti, dopo il grande David Lynch.
E' passato tempo dal dimenticabile Alice in Wonderland, film che oltretutto non ho recensito alla fabbrica perchè mi ha delusa talmente tanto che ho deciso di non dargli spazio nel blog.
Al suo posto ho scritto un articolo che spiegava il mio sconcerto per un opera cinematografica che ancora oggi non ritengo alla sua altezza.
Ma andiamo al dunque, ecco la nuova pellicola Burtoniana.
Nulla di che, nulla di nuovo, nulla di originale direte voi, eppure a me non è dispiaciuto.
Non è certo un capolavoro ma si fa guardare, anche se da uno come Tim Burton mi aspetto di più, sinceramente molto di più.
Sembrano lontani i tempi di Sweeney Todd, film coraggioso dove si è spinto oltre le sue tematiche abituali dirigendo addirittura un horror, cosa inusuale per lui dato che dirigeva prettamente favole dark e gotiche.
Premetto che, nei film di burton un po' di horror c'è sempre stato, ma mai così esplicito come in Sweeney Todd.
Comunque, tornando a parlare di Miss Peregrine dico che Burton ha diretto una favola per bambini, pulita pulita, priva cioè del suo stile.
Nulla di male in questo, ma che cavolo, Io non voglio credere che abbia messo di lato i suoi amati temi, la sua poetica anzi, per poter fare film a grosso budget per tutta la famiglia.
Non so perchè abbia scelto questa strada e soprattutto non so dove vuole andare.
So di per certo che nonostante abbia apprezzato il film, anche questo titolo non è alla sua altezza, non mi capacito del perchè voglia dirigere roba del genere.
Sembra che si accontenti mettendo da parte ciò che io, e anche altri fans abbiamo amato sin da quando lo abbiamo scoperto, ed è un peccato questo.
Nonostante tutto il film non va oltre la sufficienza, gli do un 6 e 1/2 risicato, perchè nonostante tutto non è male come film, e sono sempre qui in attesa del suo prossimo lampo di genio, da Tim io me l'aspetto e lo farò sempre.
Una fan fiduciosa, che non ha voluto scrivere la classica recensione ma un resoconto sia sugli ultimi lavori che sul suo passato.


8 commenti:

  1. Sono d'accordo su quel che dici del film (e di Burton), anche a me non è dispiaciuto il film, non ha nulla del tocco di Burton eppure è meglio di parecchie cose sue dell'ultimo periodo che magari un po' del suo tocco l'avevano. Ci ho visto diversi spunti interessanti nella prima parte che Burton potrebbe sviluppare meglio in altri film dal sapore un po' più horror... chissà. Comunque ne ho parlato più approfonditamente dalle mie parti.

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo, non sarà il tipico prodotto guizzante del tim burton di un tempo, ma è ingiusto dire che sia un brutto film. Tim Burton sa il fatto suo e questo film è molto carino e fatto bene, come le altre cose che dirige. :)

    RispondiElimina
  3. Terrificante è dir poco. Pasticciato, poco emozionante, graficamente brutto, capace di affossare ancor più un libro che già in partenza non era nulla di che. Povero Burton, che brutta fine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non esagerare Bollicina, il punto più basso Burton lo ha toccato con quella porcheria di Alice in Wonderland, questo a confronto è decisamente molto meglio ;)

      Elimina
  4. L'ho trovato carino, ma lontano dai fasti di un tempo...
    Pazienza...

    RispondiElimina

Benvenuto alla Fabbrica dei sogni, I Commenti sono moderati, sei libero di esprimere il tuo parere che deve essere consono all'argomento del post e del blog, tieni presente però il rispetto per chi gestisce il blog e per chi ha un parere opposto al tuo.
Il proprietario del blog si prende la libertà di cancellare e censurare ciò che si allontana dallo scambio civile di pareri...siate felici, è solo un film!!! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...