Passa ai contenuti principali

Una Strega Chiamata Elvira

Premessa: Parlerò del film, e questa volta non farò una seria recensione dell'opera in questione, altrimenti potrei anche metterla nel cestino e dimenticarla, cosa che certamente non voglio fare, in quanto per prima cosa mi ha divertita, poi Elvira è una vera bomba in tutti i sensi. Approfittando di questo volevo certamente fare un chiaro omaggio a Bollicina, dato che Elvira è la musa del suo Bollalmanacco, che certamente è uno dei migliori blog della blogosfera, e la voglia di recuperare questo caposaldo cazzarolo degli anni ottanta mi è venuta grazie alla sua recensione.


Dunque parafrasando colei che è la protagonista del film, è una vera vampona, con due tette grosse come cocomeri, tutta vestita perennemente di nero...insomma una darkettona in cui è facile prenderla in simpatia.
Anche io ne sono rimasta piacevolmente conquistata, sia per il suo modo sguaiato di presentarsi, di muoversi e soprattutto l'arguta ironia infarcita di doppi sensi per cui è facilissimo divertirsi, inoltre ci sono scene che fanno davvero sbellicare dalle risate.
Stiamo parlando ovviamente di un film che potreste usare per di più come momento di pausa tra un film impegnato e l'altro.
Fattostà che seppur non entrerà mai negli annali della storia del cinema, resta comunque un film dove il divertimento la fa da padrone - vedere la sua lotta contro lo zio finale a suon di effetti speciali mi ha colpita e divertita allo stesso tempo. - si ride a crepapelle soprattutto per il suo gusto trash dei film horror, di cui faceva la presentatrice in tv di un programma dove si presentavano film di questo genere.
In poche parole, è un film accattivante che gioca con l'ironia e i doppi sensi, e soprattutto dove per una volta non c'è una strega cattiva, ma neanche buona, insomma avete capito, non è certamente la via di mezzo a fare la differenza.
Comunque sia, la storia vede la nostra eroina lottare contro lo zio, dopo che una vecchia zia le ha lasciato la sua vecchia casa e uno strano libro di ricette.
Vedere per credere la scena in cui lei si immagina straricca, prima parte dove mi sono veramente divertita.
Ma Elvira è molto di più, nonostante non si presenti come gli altri, risulti una vera outsider, vedi la scena dove cercano in tutti i modi di bruciarla come una strega, ai tempi dell'inquisizione.
Sono i ragazzi con cui stringerà un intenso rapporto d'amicizia ad accettarla per quello che è, anche se è scafata, anche se porta un vestito dove le tette sono in primo piano...(E vi assicuro che con quelle tette affronta di tutto).
Altro momento divertente, non vi perdete la prima volta che Elvira usa il libro di ricette, e ne esce fuori uno strano animale. Il film resta un opera esilarante, coinvolgente e divertentissima, che non è fatto solo per passare tempo, ma è molto di più credetemi.
Anche se, non essendo un capolavoro, ti fa passare almeno un ora e mezza a divertirti facendoti anche ridere, e allora? Che fate, lo passate anche voi il tempo con Elvira? Io di sicuro, un altra sbirciatina al film gliela darò, giusto per farmi quattro risate.
Voto: 6

Commenti

  1. Rivisto qualche tempo fa, mi ha divertito parecchio, il secondo tempo sale di colpi, e poi e poi Zia Cassandra Peterson è un mito vero! ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Come immaginerai, è un film che aDDoro :) Lei è favolosa, un personaggione, non si può non volerle bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già, mi piace quel suo modo sgamato di parlare hahaha, è un film molto esilarante :D

      Elimina
  3. Anche a me piace Elvira, soprattutto da quando seguo Babol ;)

    RispondiElimina
  4. E' uno dei cult che ho apprezzato da bambino.
    W Elvira e W la nostra Babol :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bollicina SI che è una grande hehe ;)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.