Frances Ha

Questo è un film adorabile.
Come si fa a non amarlo?
Prima di tutto perchè non è la classica storia strappalacrime, o superficiale come una commedia romantica.
Frances Ha racconta un altro tipo d'amore: l'amicizia.
Un sentimento poco approfondito al cinema fino ad ora, ma affrontato in modo fresco e brillante, con continui rimandi alla Nouvelle Vague, sia nella fotografia che nella travolgente colonna sonora.
Vuoi mettere andare al cinema e guardare questo piacevolissimo film e respirare le atmosfere di quel movimento che ha cambiato notevolmente il modo di fare cinema più di mezzo secolo fa?

Noah Baumbach con la sua compagna, nonchè protagonista e co-scenegiatrice del film Greta Gerwin fanno un sentito omaggio a quella scuola francese, la Nouvelle Vague con un film d'autore che si guarda tutto d'un fiato.
E' impossibile non distogliere lo sguardo dallo schermo e non provare ad affezionarsi con la protagonista, che soffre molto perchè Sophie la sua migliore amica, con cui ha un feeling speciale, si è innamorata e ha deciso di vivere con il suo fidanzato, lasciandola sola.
Da questo momento per Frances inizia un periodo di adattamento che la costringerà a vivere senza la sua amica, ma anche a frequentare persone diverse: ce la farà a vivere senza Sophie? E Sophie, si adatterà anche lei a questa convivenza, oppure sarà per lei un altro rapporto passeggero?
Qualche benpensante magari potrebbe trovarci un sottofondo lesbico, ma vi dico subito che è una ca**ata bella e buona, il film non tratta di questi argomenti, anche se fosse il contrario non ci sarebbe nulla di male.
Una fresca e spensierata commedia che parla d'amicizia, una forma d'amore mai del tutto approfondita al cinema, - soprattutto per quanto riguarda il mio percorso sottolineo - ma che nelle mani di Baumbach - di cui  in passato ho visto Il Matrimonio di mia Sorella e Il Calamaro e La Balena - diventa un apologo sulle cose che veramente contano nella vita, le piccole cose e cosa ancora più importante, gli amici.
Tutto qui mi direste voi, e io dico si, è una storia semplice, da bere tutta d'un fiato, soprattutto perchè riesce a divertirti senza essere patetica, anzi, durante la visione ti mette stampato un sorriso in faccia a 32 denti e ti fa adorare il personaggio di Frances, no ragazzi davvero, ora esagero un po' tanto per fare la pomposetta - bleeeeeeeeeeaah, eh si le arie me le voglio prendere pure io hihihi - per tutta la durata del film IO ERO FRANCES, mi sono sentita tale e quale a lei, durante la visione, soprattutto per la sua passione del ballo, cos'altro dire, un film delizioso e intrigante, capace di fare divertire e coinvolgere - cosa rara di questi tempi - grazie alla capacità di tradurre sullo schermo uno script favoloso coaudiuvandolo con una colonna sonora strepitosa e fantastica, cos'altro dire?
Ah si, il film esce il 4 settembre da noi - finalmente - io l'ho visto in streaming per questo ne sto parlando qui.
Correte a vederlo, ma vi avviso non prendetevela con me se ad un tratto per strada vi viene voglia di ballare sulle note di modern love di David Bowie Okay? xD
Voto: 8








Commenti

  1. pure io l'ho adorato.
    frances idola totale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si fa a non adorarla? Io mi sono sentita Frances, anzi io SONO Frances, e scusa se è poco <3

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD