Passa ai contenuti principali

Grace of Monaco

Quando ancora questo film lo stavano girando, ho avuto la strana sensazione che non mi sarebbe piaciuto, così, a pelle.
Il motivo è semplice, dov'è Grace Kelly?
No, non c'è.

Si, avete sentito bene, la principessa Grace interpretata da Nicole Kidman scompare, per dare spazio alla diva Nicole Kidman, qui pare che il suo fortissimo divismo cancelli la musa di Alfred Hitchcock con un film romanzato, a tratti fiabesco, che non rientra nemmeno nel biopic.
Diciamo che è un film inventato, con personaggi realmente esistiti, ma sinceramente: ne sentivamo la mancanza? Decisamente no.
Cos'altro dire se non che questo è l'ennesimo film sbagliato, fatto da una Nicole Kidman bamboleggiante, che nulla ha a che vedere con l'attrice che tanto ho ammirato?
Qui dimostra una vanità spudorata, e una presunzione di vestire i panni regali della principessa cancellandola completamente.
La storia è banale, priva di pathos, gli altri attori intorno a lei sembrano macchiette, e qui siamo lontani anni luce dal bellissimo film su Edith Piaf con Marion Cotillard, siamo decisamente agli antipodi.
Capisco benissimo i fischi a Cannes, e un po' me lo aspettavo, soprattutto dopo che durante le riprese ho visto le foto dal set.
Speriamo in un altro film migliore, fatto con il cuore e con coraggio come è capace di sceglierli Nicole, dimenticando la diva, e facendo entrare l'attrice, come quello che reputo uno dei suoi migliori: Rabbit Hole.
La trama racconta che nel principato di monaco, Charles De Gaulle, ha chiesto chiarimenti al principato di monaco in quanto paradiso fiscale, ma dietro c'è un complotto ordito dalla sorella di Ranieri, che voleva spodestarlo dal trono...nel frattempo, arriva Hitch e propone alla principessa di tornare a recitare in Marnie che sarebbe il ruolo della vita, ruolo che poi andrà a Tippi Hedren...ce la farà la principessa a scegliere la strada giusta e salvare la sua famiglia dal baratro?
Sembra la trama fin troppo romanzata di un drammone che avrebbe fatto più figura con una fiction televisiva invece che al cinema...ma hanno scelto di farlo uscire al cinema, contenti loro.
Non è decisamente uno dei migliori film con Nicole Kidman, e, da un attrice che ha avuto l'onore di essere diretta da un maestro della settima arte come Kubrick, mi aspetto scelte più ponderate.
Un passo falso, film bocciato.
Voto: 5



Commenti

  1. anche io ho una sensazione negativa riguardo a questo film.
    mi sa che me lo risparmio tranquillamente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si guarda, non aggiunge nulla alla filmografia di Nicole Kidman :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.