Passa ai contenuti principali

Speciale Robin Williams - L'attimo Fuggente

Con questo post inizia una speciale rassegna per ricordare l'attore recentemente scomparso Robin Williams, un tributo personale per recensire i suoi film, non avrà una cadenza precisa, ma quando capita, o anche quando finisco di vedere i suoi film.
Questa sera recensisco il film che è entrato nel mito e nel cuore di tutti noi: L'attimo Fuggente.
Il professor John Keating, insegnante sopra le righe e fuori dagli schemi, prende posto nel prestigioso liceo di Welton, scuola conformista e conservatrice, e insegna ai suoi allievi a pensare con la loro testa, comincia strappando l'introduzione del libro di letteratura, e gli insegna la letteratura a modo suo.

Gli stessi insegnanti sono stupefatti dal modo di insegnare di Keating, che insegna ai suoi ragazzi a esprimere quello che desiderano, a cogliere l'attimo, carpe diem, a non rinunciare alle cose che vogliono davvero.
Questi modi di insegnare non passano di certo inosservati, nemmeno al preside della scuola, ma Neil Perry rimane affascinato da Keating, a tal punto da fondare insieme ai suoi compagni la setta dei poeti estinti.
Perry non è l'unico allievo che rimane affascinato da Keating, un po' tutta la classe viene conquistata dal modo di insegnare del professore che diviene un idolo per quei ragazzi.
Le cose precipitano quando uno di loro, a nome della setta dei poeti estinti, invita il preside ad ammettere le ragazze a Welton, e come potete immaginare, il preside chiede spiegazioni in modi poco ortodossi, con dei colpi sulle chiappe degli allievi per farli parlare.
A peggiorare il tutto c'è anche la morte di Neil Perry, che sarà motivo di licenziamento ingiusto per Keating.
Il ragazzo amava recitare, ed era bravissimo, ma il padre dispotico, non tollerava questa passione per il figlio, perchè aveva pianificato tutto e deciso il futuro per suo figlio, il ragazzo non è stato in grado di affrontare il padre e dirgli della sua passione per la recitazione e il teatro, così non dice nulla, credendolo fuori sede per lavoro, appena però se lo ritrova in teatro se lo porta a casa.
Lì decide che andrà all'accademia militare e poi diventerà un dottore, Neil Perry non regge il peso della morte dei suoi sogni, e di lì a poco si spara in testa un colpo di pistola.
Il giorno dopo i ragazzi saranno costretti a firmare una dichiarazione in cui si accusa che Keating è stata la ragione della morte di Neil Perry.
Il giorno dopo l'insegnante, mentre prende le sue cose, i ragazzi salgono nei banchi chiamandolo Oh Capitano, mio capitano, anche quelli che non erano daccordo con lui e tutto quello che è successo, a niente serviranno le urla del preside, che invita i ragazzi a sedersi e urla a Keating di andare via.
Un film che è ormai considerato un capolavoro assoluto nella storia del cinema, un caposaldo, un cult, ormai entrato nel mito e nel cuore di tutti noi, e solo un grande attore come Robin Williams, poteva impersonarlo.
Peter Weir ha fatto un uso magistrale della regia, che è capace di essere determinata e allo stesso tempo emozionare con semplici inquadrature, grandissima inoltre anche la sceneggiatura di Tom Schulman, che riesce a colpire nel profondo per entrare dentro al cuore.
In conclusione: un grande film, da non perdere assolutamente.
Voto: 9




Commenti

  1. Assolutamente stupendo...La poesia di Whitman che fa da cornice di tutto il film è la ciliegina sulla torta!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…