Passa ai contenuti principali

Il Gladiatore

                                                   Riguarda & Recensisci

Nuovo appuntamento con Riguarda & Recensisci, oggi recensisco il film che ha riportato al successo dopo anni di oblio il regista britannico Ridley Scott.
Quel gladiatore che nel 2000 ha fatto sfracelli al botteghino, portando alla consacrazione l'attore Russell Crowe.

Successo a parte, dobbiamo dire che il film è il classico prodotto di hollywood, ben fatto, ben diretto, ben costruito ma naturalmente non è un capolavoro.
Lungi da me nel descriverlo come tale o osannarlo come uno dei più grandi film del terzo millennio, non lo farei mai.
Classico prodotto strappaoscar che ben si adatta alla notte delle statuette, anche se Traffic di Soderbergh meritava di certo la statuetta molto più di lui.
Naturalmente al pubblico è piaciuto, e per l'academy il pubblico conta ben più della qualità del film, ma questo lo sappiamo no?

E' un film d'attori più che d'autore, dove la recitazione conta più della regia, che ha fatto del film uno dei titoli più apprezzati dal pubblico certo.
Dobbiamo però dire che nonostante a me non è dispiaciuto, non è tutto oro ciò che luccica, in passato Ridley Scott ha fatto di meglio, molto meglio, lo dimostra un capolavoro come Blade Runner o anche Alien, per non parlare del mitico Thelma & Louise che arriverà prossimamente in questa stessa rubrica.
L'impressione che ho avuto durante la visione è un film imperfetto ma che ha tutte le carte in regola per piacere al pubblico.
Nonostante tutti i difetti, il film ha restituito il successo ad un regista capace in passato di averci regalato dei capolavori, aspettando in futuro qualche altra perla.
Bravissimi Russell Crowe e Joaquin Phoenix, il primo ha ricevuto una meritatissima consacrazione, il secondo è stato una rivelazione.
In conclusione, non mi è dispiaciuto, ma non supera la sufficienza purtroppo.
Voto: 6


Commenti

  1. Sopravalutato, ma alla fine ha il suo perchè, una volta digeriti tutti gli errori storici ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. Ridley Scotto non è sempre al massimo; ma avercene in Italia di film così!!!
    Bravissimi Crowe e Phoenix, ma mi era piaciuto di più LA CADUTA DELL'IMPERO ROMANO, di cui questo GLADIATORE è il remake

    RispondiElimina
  3. Un film che mi ha segnato l'infanzia e, sul quale, purtroppo non riesco ad essere obiettivo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.