Passa ai contenuti principali

Predestination

E dopo ferragosto, eccomi di nuovo insieme a voi, toh, oggi recensisco Predestination, e non vi nascondo che mi è piaciuto.
Innanzitutto perchè si presenta non come il classico film di fantascienza, ma è tutto giocato su un idea originalissima che fino ad ora non si era mai vista, la cosa appare assai appetitosa sottolineando ciò che esce ultimamente al cinema.

Ebbene si, lo ammetto: mi piace anche Ethan Hawke che diciamocelo ultimamente sceglie piccoli film capaci di suscitare parecchio interesse.
Allora, il film parla della capacità di viaggiare nel tempo, un agente deve fermare un pericoloso terrorista, ma si accorge che qualcosa non quadra, soprattutto se si parla della strana storia di una ragazza capace di cambiare sesso per via di un difetto fisico.
Se dicessi di più spoilerei, e sapete qual'è la mia politica MAI SPOILERARE!!!
Quindi vi invito alla visione perchè il film è tutt'altro che superficiale, anzi...seppur si basa su basi non del tutto originali è l'idea che lo è e questo basta e avanza per farvelo piacere.

Parliamo del film, costruito come una grande scatola cinese, riesce a catturare lo spettatore dall'inizio alla fine senza però rivelare nulla sugli eventi inchiodandolo alla poltrona attirando l'attenzione.
Vi sembra poco?
Per alcuni si, sinceramente non so questi alcuni chi sono, io ho visto solo un ottimo film di fantascienza che merita davvero una visione, perchè ha una regia fantastica e una recitazione che cattura, poi è ben scritto e strutturato in modo tale che lo spettatore non si accorge fino al sorprendente finale qual'è la verità...
Il finale è rivelatore, anche se è un po' galoppante, ma forse è una strategia studiata dal regista stesso in modo da stuzzicare lo spettatore per provocarlo un po'.
A me è piaciuto moltissimo, quindi è promosso a pieni voti.
Voto: 8


Commenti

  1. Per metà l'ho trovato prolisso e prevedibile, ma al secondo colpo di scena mi ha colpito, lo trovi commentato anche dalle mie parti per i dettagli, comunque alle fine si lascia guardare, tra pro e contro ;-) Cheers!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.