Passa ai contenuti principali

Elizabethtown

Cameron Crowe negli anni passati ha diretto dei bei film, alcuni sono diventati dei cult movie, altri ancora sono riusciti a colpire il pubblico con la loro semplicità, come questo Elizabethtown.
E' un film particolare, non per tutti i gusti, avvolte può sembrare un po' complesso ma mai banale, a differenza di altre pellicole più solari, questo film vuole essere intimista senza dimenticare l'alone di spensieratezza che esiste nei personaggi.
Fondamentalmente è una storia d'amore di due ragazzi che si scoprono, Drew è appena stato licenziato dalla azienda in cui lavorava, per il fiasco delle scarpe di sua invenzione e deve tornare a casa per recuperare la salma del padre e partecipare al suo funerale, ma ha propositi suicidi, perchè abituato ad avere successo non riesce a mandare giù questo fallimento.
Lei Claire invece è una bizzarra assistente di volo che cercherà in tutti i modi di allontanarlo dai suoi propositi regalando alla sua vita la solarità di un rapporto che piano piano i due scopriranno e che cambierà a entrambi la vita.
Un film delizioso, semplice moderato, qui Cameron Crowe evita forse consapevolmente alcuni espedienti eccessivi, perchè la storia non li richiede e ovviamente si adegua al copione e non è del tutto sbagliato farlo, perchè non tutti i film sono uguali; questa sua opera prima è un film sui cambiamenti che si presentano nella vita, e sulla capacità di ognuno di viverli e assecondare le strade che si aprono nella vita, che sono molteplici.
Con Elizabethtown, troviamo un Cameron Crowe che vuole maturare, e parla d'amore in maniera realistica e non edulcorata come tante commediole melense che escono nei cinema.
Eliminando l'espediente della commedia romantica fa un opera intimista che riesce a centrare il bersaglio la dove tanti film ormai non fanno più. E' un operazione un po' rischiosa, perchè è facile cadere in manierismi e banalità, invece Crowe, sa gestire bene il cast di attori e la storia, creando un tuttuno che colpisce per la sua particolare schiettezza.
E' un film maturo che è capace di parlare anche con semplici inquadrature, un operazione notevole che seppur con qualche impercettibile difetto avrebbe giovato di più se Crowe si fosse lasciato andare un pizzichino, sarebbe stato un piccolo capolavoro;  ma va bene così infondo è un ottimo film che si beve su un bicchiere d'acqua fresca, leggero e realistico.
APPETITOSO


Commenti

  1. Che bel film, mi mette sempre molta allegria quando lo passano in TV :)

    RispondiElimina
  2. anche a me era piaciuto parecchio.
    spero che cameron crowe dopo il poco eccezionale la mia vita è uno zoo torni su alti livelli, visto che è un grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido ^_^ io spero che faccia un altro film come Almost Famous, che mi era piaciuto parecchio

      Elimina
  3. Non ci crederai, ma lo devo vedere! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora vedilo sono sicura che ti piacerà ;)

      Elimina
  4. non è la solita stupida commedia sentimentale americana,è qualcosa di molto meglio ed è per questo che negli USA è stato un clamoroso flop al botteghino...valli a capire 'sti americani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh beh si, ma secondo me sono questi i film che con il tempo acquisteranno valore ^_^

      Elimina
  5. Commedia forse un po' patinata ma molto, molto, molto carina :) per certi aspetti assomiglia a 'Il lato positivo'. Garbata, coinvolgente e nient'affatto banale: Crowe al suo meglio. Grazie per avermela fatta tornare a mente!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.