Passa ai contenuti principali

Radio Days

Che Woody Allen sia un appassionato di musica è cosa ben nota, che racconti l'era delle radio ambientando il suo film niente meno negli anni trenta è qualcosa di unico e nuovo.
Il film è tutto incentrato su una famiglia, il cui padre lavora alla radio, e ascoltando alla radio - allora - si conosceva la vera musica, classici del jazz, del pop e tanto altro.
Woody Allen rievoca quei tempi storici, in cui ancora l'apparecchio televisivo era di la a venire e l'unica compagnia di una famiglia era la radio.
Il film ha il sapore di un ricordo d'infanzia di Allen, i cui protagonisti usano la radio come un mezzo per sfuggire alla realtà, ascoltando le trasmissioni musicali o di gossip su personaggi famosi.
Il figlio più piccolo, viene ispirato con le storie che la radio racconta, come The shadow che lo portano a fantasticare con la sostituzione del suo insegnante, o sulle stelle del cinema o anche la seconda guerra mondiale.
E' un film nostalgico e adulto, che mostra un Woody Allen in veste di Autore cinematografico con la A maiuscola, ispiratissimo e sincero nel mostrare i personaggi esattamente come sono, e soprattutto la capacità di abbandonarsi alla fantasia sfuggendo a ciò che ci circonda, anche solo ascoltando una canzone.
Un opera maiuscola, un piccolo grande film lo definirei, e secondo me è uno dei migliori, più autentici e onesti che abbia mai girato.
La radio, diventa non solo un piccolo elettrodomestico, ma anche un motivo per poter rendere la vita più leggera e piacevole, senza mai dimenticare le mille contraddizioni della vita.
Bellissima la colonna sonora con brani d'epoca, come spesso accade in ogni film di Woody Allen; e c'è anche una variopinta lista di attori più o meno famosi, che danno volto e voce ai protagonisti del film.
Sceneggiatura originale e spigliata, che tocca si la nostalgia, ma allo stesso tempo non ne rimane ingabbiata, riuscendo a risultare nuova con un soggetto ambientato in un epoca passata.
CAPOLAVORO.


Commenti

  1. musica + woody allen...
    prima o poi devo recuperarlo!

    RispondiElimina
  2. Mai visto ma devo rimediare assolutamente!

    Passa dal mio blog se ti va
    http://lovedlens.blogspot.it
    M.

    RispondiElimina
  3. Da vedere! Adoro Woody Allen, ma questo non l'ho ancora visto!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Riguarda & Recensisci - Planet of The Apes

Riguarda & Recensisci

Penultimo appuntamento con lo special di Tim Burton legato alla rubrica Riguarda & Recensisci, che ripesca i film visti in precedenza e non ancora recensiti alla fabbrica, tra due settimane dovrebbe cominciare quello dedicato al grandissimo Stanley Kubrick, forse addirittura spostato di Venerdì o domenica per cineclassics, dato che la rassegna dedicata a Orson Welles è ormai agli sgoccioli.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.