Passa ai contenuti principali

The Hunger Game

Un altra nuova saga è cominciata, certo è molto differente da Twilight e Harry Potter, qui non ci sono magie, vampiri, incantesimi etc etc...qui la popolazione è divisa in distretti, se uno di questi si ribella, verrà scelto un ragazzino dai 12 ai 18 anni che si sfidano a una gara in cui rimarrà vivo solo uno. Alla gara partecipa al posto della sorellina più piccola Katniss Everdeen, che dovrà scontrarsi nell'arena con altri abitanti dei distretti che si sono ribellati alle dure leggi di Capital City.
Mah, il film non è male, certo che a confronto con il bellissimo Pleasentville non è che ci fa una bella figura, ma sono due film assolutamente diversi.
Qui Gary Ross, si avvia agli standard hollywoodiani, e firma la versione cinematografica della saga letteraria di Suzanne Collins ambientata in un futuro post apocalittico.
L'ombra del grande fratello viene riflessa su tutti i personaggi, che sembrano dover lottare per poter salvarsi la pelle, e non sarà facile vincere gli hunger games.
Il mio parere...e qui casca l'asino.
Non avevo aspettative particolarmente alte, e ho letto critiche piuttosto contrastanti che lo riguardavano.
Certo non è un capolavoro ma come film di intrattenimento fa la sua buona figura, anche se sinceramente ormai è di moda fare film da saghe letterarie e gli autori cinematografici, se veramente sono tali dovrebbero fare film che rispecchiano la loro visione artistica, invece di sottoporsi per questione di mercato a blockbuster  che vanno tanto di moda.
Quindi non è che aggiunge o toglie molto alla settima arte in generale.
L'unica cosa che consiglio se ve lo volete vedere e amate la serie letteraria, e gustarvelo con popcorn e cocacola, d'altronde il cinema non è solo arte, ma un industria che va presa per quello che è, ne più nè meno.
Apparte questo la storia pur non essendo banale, riesce a coinvolgere lo spettatore anche grazie a degli espedienti intelligenti quali i valori della vita, del coraggio e via dicendo.
Ma da un autore come Gary Ross, io mi aspetto molto molto di più che un film di intrattenimento.
In conclusione, un film accattivante ma che resta puro e semplice intrattenimento.



Commenti

  1. Il film parte bene ed è interessante ma poi si affossa nella "violenza" edulcorata di un romanzetto per bambini, bel lontano dalle vette che potrebbe toccare un tema simile se ben trattato.
    Il libro è un po' meglio, approfondisce un paio di cosette che nel film sono trattate superficialmente, al limite dell'incomprensibilità... ma anche lì, è davvero poca roba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il romanzo non l'ho letto ho visto il film che sinceramente non mi ha dato molto...infondo me lo aspettavo :)

      Elimina
  2. Io sono una grande fan degli Hunger Games e quindi sono un po' di parte con il mio parere, il film non è certo un capolavoro e non poteva esserlo, ma il tema è una provocazione alla società di oggi, al punto in cui potrebbero arrivare tutti questi shows spazzatura.
    Film che rimanda anche a Live! e ad altri film distopici del genere.
    Battle Royale è la sua versiona giapponese, anche di questo ho visto il film e ho letto il libro, si assomigliano ma non troppo (Hunger games VS Battle Royale).
    Secondo me è inutile criticarlo perché "uguale" a Battle Royale, siamo davanti ad una saga intelligente che potrebbe far aprire gli occhi a questa generazione condizionata dalla TV e dalla sua merda, questa generazione non ha cagato Battle Royale ma caga di sicuro Hunger Games perché è fatto a "misura di giovane", insomma che c'è di peggio di ragazzi che si uccidono tra di loro per colpa di un governo bastardo?
    Si allontana poi così tanto dalla realtà questo film che parla di ribellioni nei confronti di Capitol City?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Battle Royal non l'ho visto quindi alzo le mani, si il tema di fondo è quello che hai descritto tu, ma il film resta solo uno spettacolo di intrattenemento ben fatto ma che terra terra non mi ha lasciato molto, poi ovviamente sono punti di vista :)

      Elimina
  3. Io di questo film (che tra l'altro è troppo simile a Battle Royale) apprezzo solo la Lawrance. Tutto il resto - per me - è noia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sa che devo recuperare Battle Royale muhahaha

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…