Passa ai contenuti principali

Le Streghe di Salem

Questo film è visionario...
Potrei terminare qui la recensione? No, tranquilli ecco, dico la mia, può non piacere ma sinceramente parlando io credo non sia tanto male però ha dei difetti, innanzitutto il soggetto non è che sia così originale, Rob Zombie si ispira palesemente ad altri registi più navigati di lui e lo fa capire in ogni scena, si ispira soprattutto al grandissimo Roman Polanski di Rosemary's baby per le atmosfere claustrofobiche, ma è innegabile che sia un opera molto alla lontana rispetto ai suoi lavori precedenti, e quindi secondo me è ingiusto marcarla come noiosa  e confusionale.
Invece è l'opera coraggiosa di un regista che si vuole rinnovare, e lo fa capire benissimo ad ogni inquadratura, protagonista assoluta di questo film è sua moglie Sheri Moon, che interpreta una Deejay che scova un vecchio disco dove sono nascoste delle tracce di un antico rito satanico che sta per venire alla luce perchè lei è una discendente di un antica stirpe di streghe, ma lei non lo sa...
Rob Zombie costruisce una trama ricca di colpi di scena che lo spettatore non si aspetta proprio, ma che lo porta a capire attraverso vari indizi disseminati dentro il film.
A primo impatto direi che l'ho bollato anche io, ma poi ripensandoci credo che sia - in confronto ad altri film che neanche meritano di chiamarsi tali - uno dei titoli migliori del genere horror, perchè qui è tutto giocato con la psicologia e la tensione che cresce scena dopo scena.
Non è un film sperimentale, non ho la presunzione di definirlo tale perchè mentirei prima a me stessa poi a chi mi segue, è un film che sicuramente verrà rivalutato con il tempo, un piccolo cult diciamo.
Certo in confronto ai film che escono al cinema, questo qui è una piccola goccia nel mare, ma non lo definisco un capolavoro, un film discreto si, ma un capolavoro no, primo perchè è il primo film di Zombie che si allontana dalle sue tematiche abituali, vediamo se ne fa un altro dello stesso tema e poi possiamo giudicare bene, poi, non lascia un impronta personale, forse per paura di lasciarsi andare ma bisogna anche rischiare, e questo Rob Zombie non lo fa, puntando tutto sulle sue ispirazioni, terzo, il film è incentrato tutto sulla moglie, gli altri personaggi sono meno importanti? Bisogna dare spazio a tutti i personaggi, soprattutto quelli che hanno collegamenti con i protagonisti.
Basta dico solo che ve lo consiglio ma non aspettatevi molto.
Voto: 6 e 1/2






Commenti

  1. a me è piaciuto moltissimo ma credo di essere stato uno dei pochi...su questo film hanno detto veramente di tutto....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono daccordo, sinceramente non mi è dispiaciuto, ma ho visto di meglio e sottolineo che questo film come ho scritto nella recensione è una piccola goccia nel mare, per fare un film da otto credo che ci vuole molto di più poi ognuno la pensa alla sua maniera :)

      Elimina
  2. A me è piaciuto parecchio. Derivativo quanto vuoi ma molto visionario e inquietante, con delle immagini splendide e una colonna sonora da urlo. Non un capolavoro ma un bell'8 glielo avrei dato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si esatto, ma sinceramente non credo che Rob Zombie abbia dato una impronta personale al film, non mi è dispiaciuto ma credo che dargli otto sia un po' eccessivo, ad essere generosi magari potevo dargli un 7, che andava anche benissimo, ma ho voluto dargli un 6 e 1/2 proprio per questo motivo, la non personalizzazione del film, insomma è un bel film ma con dei difetti che potevano non essere presenti.

      Elimina
  3. 6,5 a questo filmaccio?
    cos'è, arrivato natale in anticipo? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh Marco, chette devo dì de gustibus :D

      Elimina
  4. Ovviamente non concordo per nulla: film pretenzioso, che di originale o visionario non ha assolutamente nulla. Forse il mio astio verso questo film è causato dal fatto che ci speravo davvero, dopo le due marchette chiamate Halloween. Come dici tu, bisognerebbe vederlo senza aspettarsi nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si deve guardare senza aspettarsi nulla, la visionarietà casomai è stata presa da altri film, quindi Rob Zombie ha peccato di presunzione, per fare un film del genere bisogna avere originalità, ciò che Zombie ha fatto è stato prendere da questo regista o quel regista senza dare un impronta personale, e così è facile, altri prima di lui si sono distinti per originalità, vedi Kubrick, vedi Polanski, hanno personalizzato i loro film alla grande.

      Elimina
    2. Ecco, esatto, la vedo proprio così. Non capisco perché non si possa fare un cinema semplice, nelle proprie corde. Non capisco perché bisogna voler essere per forza autori, anche se non lo si è.

      Elimina
  5. Io ho molto apprezzato questo film, anche se con molti difetti.
    Soprattutto nella struttura filmica... ma è proprio qui che bisogna apprezzarlo.
    Esce fuori dagli schemi per poter agire libero e indisturbato sulla mente dello spettatore, che non si aspetta quasi mai la scena seguente. Un trionfo visionario di colori che esplodono dopo le scene più scure (La scalinata meravigliosa), per sfociare in qualche blasfemo richiamo all'iconografia cristiana, il tutto su una scenografia che definirei vintage! D'accordo con te, non un capolavoro ma il tempo lo rivaluterà sicuramente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono sicura, poi certo un commento non è assoluto, non esiste un parere perfetto e un altro no...ci sono stati critici che hanno dato poche stelle a un film, e poi si sono riveduti...ma questo succede con i bloggers, i critici stanno nel loro giardinetto :D
      Il film non mi è dispiaciuto, secondo me per essere apprezzato al meglio non si deve pensare alle moltissime influenze...anche se poi sono presenti se si sono visti i film che ho citato...va bene risulta un film piacevole ma nulla più.

      Elimina
  6. ottima rece, direi che condivido, il film non è un capolavoro, come invece diversi critici hanno detto, soprattutto sulla rivista di Nocturno dove il film ha avuto un sacco di stellette, io da grande fan di Rob dico che questo "Lords of salem" è un buon film, interessante, visivamente straordinario e coraggiosamente blasfemo, ma mi è piaciuto di meno rispetto agli altri suoi film, soprattutto rispetto ai due Halloween, che imho sono stupendi e non sono stati capiti appieno, ma in futuro verrano rivalutati.

    Tornando in topic il film ha diviso parecchio e credo che fosse proprio questo l'intento di Rob, far discutere, creare un film che può essere odiato da alcuni, ma amato da altri, e per me proprio in questo risiede la grandezza di questo regista, il fatto di spiazzare sempre così il pubblico, e riuscendo in certi casi a farsi apprezzare anche da quelli che appunto non lo apprezzano, infatti mi è capitato in rete e non di parlare con persone che non apprezzano il suo cinema, ma che cmq lo rispettano, poi ovvio ci sono i soliti haters col fucile puntato che sanno solo criticare e insultare non solo il film o il regista, ma anche la parte di pubblico che lo apprezza, su costoro nemmeno da dilungarsi mi fanno solo ridere.

    Cmq ripeto ottima rece e ottimo blog che iserisco volentieri tra gli amici, se ti va fai un salto nel mio ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con piacere, Benvenuto alla fabbrica e grazie x il tuo mex :)

      Elimina
  7. Io sono stato molto più cattivo, e non solo io...
    Credo che questa sia la prima recensione che leggo a non schierarsi completamente o contro o a favore.
    Credo che questo almeno quest'anno sia il film che ha diviso più la critica, almeno qui nella blogosfera.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.