Passa ai contenuti principali

Ruby Sparks

Il ritorno della coppia di Little Miss Sunshine, ecco un altro film scritto da Zoe Kazan, nipote del celebre regista Elia, e interpretata da lei stessa con il suo compagno Paul Dano, che interpreta uno scrittore che ha avuto successo con il suo primo romanzo, ma poi l'ispirazione magica sembra averlo abbandonato.
Fino a quando non comincia  a sognare una giovane ragazza che gli fa scoccare la scintilla di nuovo e in questo modo costruisce una storia su di lei.
La ragazzi si materializza e il blocco dello scrittore sembra essere passato per Calvin, ma la storia comincia a incrociarsi con la realtà, fino al giorno in cui le cose si complicano e Ruby vuole la sua indipendenza...
Un altro film vincente per la premiata ditta Dayton-Faris, con uno script intelligente e due attori straordinariamente realistici e sinceri, il film è proprio incentrato su questa sincerità sottolineata dalla bravura di Paul Dano e Zoe Kazan, che sottointende il rapporto complesso e avvolte incomprensibile tra uomo e donna, sembra un film facile ma in fin dei conti non lo è affatto, perchè finchè Calvin manovra i fili del racconto va tutto bene, quando però Ruby comincia a sottolineare il suo punto di vista il rapporto si fa più difficile e complesso.
Il film sottolinea inoltre l'incapacità degli uomini a non dare per scontato un rapporto amoroso, a decidere il tutto e per tutto senza prendere in considerazione il punto di vista della donna, infatti per tutto il film è  sempre Calvin a decidere cosa deve succedere, lasciando che Ruby resti una spalla o meglio sia definita l'ombra di Calvin, ma ben presto le cose si complicano perchè l'amore non lo puoi manovrare, e lui imparerà a dare spazio alle emozioni lasciando libera Ruby?
Mai prendere le cose per scontate, ma al contrario dobbiamo lasciarle vivere in pace in modo che possano crescere accanto a noi senza alcun timore...e Calvin imparerà questo?
Tra il sogno e la realtà c'è di mezzo un abisso incontenibile, che solo persone dotate di cervello riescono a colmare, le cose vanno bene finchè è lui a decidere le azioni di Ruby, ma quando la palla passa a lei si fanno decisamente più complicate, lui non può decidere, deve imparare anche ad ascoltare, e poi chissà anche a crescere un po'.
Altrettanto bravi gli altri attori, che vanno da Antonio Banderas, e Annette Bening
Un film che è tutto un programma, da vedere, da collezionare o come volete voi, per me è
DA NON PERDERE
Buona Visione.







Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.