Horror Stories - Possessor

 

Ci sono voluti dieci anni perché Brandon Cronenberg tornasse dietro la macchina da presa, e ritorna con un film da applausi per quanto sia sorprendentemente un quasi capolavoro.
Non sono mai tenera con i figli d'arte, però ci sono le eccezioni, tra queste figurano la figlia del grande Francis Ford Coppola, Sofia, e ora posso dire anche Brandon Cronenberg, che con questo film dimostra di saper manovrare la macchina da presa, certamente usando tematiche molto personali, insomma è capace di raccontare da solo, e senza nessun aiuto paterno una storia.
Un film certamente difficile, da guardare molto attentamente, perché non tocca certamente solo l'horror.
La pellicola è un ibrido a metà strada tra la fantascienza, la spy story e naturalmente l'horror, mescolati e amalgamati come un autore di grande talento sa fare, e il giovane  Brandon con questo film, dimostra di avere un talento enorme.
Non si può più paragonare al padre, se alla sua opera prima veniva facile fare certi paragoni, adesso risulta quanto mai inadeguata la cosa, perché si parla di un opera intensa, capace di tenerti incollato alla poltrona dall'inizio alla fine.
Il film ancora non è uscito nelle sale, ma vi assicuro che una visione la merita tutta, anche due o tre, e credetemi non lo dimenticherete facilmente.
Certamente è un quasi capolavoro, niente male per un figlio d'arte che aveva le porte praticamente spalancate, ma nonostante il peso del suo cognome, mette le mani avanti e riesce a filmare da solo un opera indimenticabile, che ti entra a pelle, dicendo, si sono il figlio di...Cronenberg, ma parlo da solo al cinema, se non ci credete peggio per voi, se ci credete provate l'esperienza della visione di questo film, non ne uscirete indenni ve lo assicuro.
Ho adorato questo film, la cui trama racconta di una donna capace di possedere i corpi delle persone attraverso una tecnologia per uccidere i suoi rivali, un film che tratteggia a pieno titolo il talento di un giovane autore che dimostra maturità attraverso tematiche differenti da quelle paterne, attraverso anche strade diverse, ed è capace di dare una sua impronta personale.
Non dovete fare altro che guardare questo bellissimo film, sono sicura che sorprenderà anche voi.
Buona visione.



Commenti

  1. Per Brandon il Body Horror è un affare di famiglia, buonissimo flm ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra i migliori horror di quest'anno. Un film che dimostra il talento di Cronenberg figlio facendo ben sperare nella sua carriera futura.

      Elimina
    2. Si decisamente, ed è un autore capace di camminare con le sue gambe

      Elimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari