Passa ai contenuti principali

17 Ragazze

Tutti noi da ragazzi abbiamo avuto dei sogni, tutti i ragazzi hanno dei sogni, anche le ragazze, in questo caso forse è un sogno un po' azzardato, una trasgressione per così dire, vedendo che una di loro aspetta un bambino si mettono d'accordo per uscire incinte e aiutarsi a vicenda, e si scontreranno con le famiglie, che cercano di farle ragionare, dicendo loro che un figlio non è come un orsacchiotto di pelouche, o un braccialetto da portare come simbolo della loro amicizia, ben presto inizia il girotondo delle ragazze che a poco a poco, escono incinte, si vedono come persone diverse dai loro genitori, e cercano, anzi sognano, che se faranno tutto insieme saranno migliori dei loro genitori, è un gioco, una trasgressione, sebbene sia così facile uscire incinte, alla fine dovranno fare i conti con la loro trasgressione, che si rivela diversa di come si immaginavano, perchè uscire incinte è facile, ma far nascere e crescere un bambino è tutt'altra cosa, lo scopriranno quando la prima che si è tirata tutte quante partorirà, non dico altro per non rovinare la sorpresa a chi ancora non l'ha visto, è un film sulla trasgressione, sulla gioventù, la gravidanza, che all'inizio è vista come una sfida alla società e soprattutto alla famiglia con cui le ragazze vivono, si rivelerà il tallone d'achille per tutte quelle che hanno seguito la protagonista della storia, è bene sottolineare che è giusto sognare qualcosa, specialmente a quella età, ma trattare una gravidanza, come fosse un nuovo cellulare figo, o un giochino figo, è un altro discorso, l'iniziativa, che all'inizio sembrava pregevole per le nostre eroine garantisce emozioni e coinvolgimento, per la solidarietà espressa all'inizio che rappresenterà un viaggio verso la consapevolezza di se e la maturità delle nostre teenager.
Il film tratto da una storia vera, diretto dalle sorelle Coulion, sensibile, innocente, capace di fare riflettere su qualcosa che è importante nella vita di ogni essere umano, c'è tempo per tutto, e correre per qualcosa di cui cerchi di essere migliore dei tuoi è di gran lunga qualcosa che alla lontana lascia un cambiamento precoce e che cambierà totalmente la loro vita, non basta trasgredire, o sentirsi fighe, qui c'è in ballo una vita umana, che una volta grande cercherà delle risposte, e cosa diranno le nostre eroine al pargoletto una volta cresciuto? Con questo non voglio condannare chi cerca di essere se stesso sognando qualcosa, anzi, tutt'altro, la morale del film, che di per sè è il suo significato più importante è che se fai una scelta, devi avere la maturità e la consapevolezza che se la stai prendendo è perchè la vuoi fare, non per seguire le tue amiche o per trasgredire.
DA NON PERDERE


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.