lunedì 11 giugno 2012

Ombre dal passato

PREMESSA, non ho visto il film originale, quindi parto un po' a svantaggio in questo momento, appena vedrò l'originale magari parlerò dettagliatamente dell'opera, quindi in questa recensione mi limiterò a parlare di questo film, che come tutti gli horror giapponesi, hanno la loro versione a stelle e strisce, il motivo ormai lo sapete, non voglio essere ripetitiva perchè altrimenti finisco di scrivere la stessa recensione per tutti i film  e rischio di diventare noiosa.
La regia di un giapponese, forse sembra qualcosa di intrigante, e nonostante ci siano momenti da alta tensione, ben calibrati non si va al nocciolo della questione e quando si arriva a sbrogliare l'intera matassa si perde dentro un bicchiere d'acqua, l'originale sarà sicuramente migliore, e mi premurerò a guardarlo il prima possibile.
Come dico sempre io, ha senso rifare un film? Si e no, per la prima ipotesi guardi un film rifatto da altri e il più delle volte vuoi guardare l'originale per confrontare la qualità, non ha senso perchè già esiste una pellicola, quindi se si fanno i remake è anche una questione di soldi e anche di ingaggiare attori belli e famosi, per richiamare il pubblico delle giovanissime, il che è uno svantaggio per la pellicola, in altri casi sono gli stessi autori dell'originale a rifare i remake, con risultati ben più diversi, altri casi invece si fanno per farsi un nome a livello internazionale, una volta la pensavo diversamente e dicevo che i remake sono utili per conoscere i film originali, in parte è vero, ma veniamo al film, non è male ma mi aspettavo di meglio, certo è guardabile rispetto a tanti filmetti usciti di recente che invece di rabbrividire fanno schiattare dalle risate, ma non è neanche tutto sto grande film, in scena abbiamo due fidanzati, e un terribile segreto legato a lui, al ragazzo che si materializza quando la ragazza crede di aver investito un altra ragazza, e se la ritrova per casa in giro a vagare come un fantasma che li perseguita, finito lo spavento iniziale, cerca informazioni riguardanti lo spettro, fino a scoprire la sconvolgente verità.
Ma veniamo al punto, il film è guardabile, il tipico film che nonostante ci siano difetti evidenti non è male guardare con accanto un pacchetto di pop corn e una cocacola, ma si ferma lì, un semplice film di  intrattenimento e basta, che più che brividi regale un po' di tensione e qualche sussulto, che in un film horror equivale allo sbadiglio davanti a una commedia.
Ho visto horror decisamente migliori di questo, per una dettagliata analisi aspettate la recensione del film originale.


4 commenti:

  1. Un horror al limite dell'indecenza: lento, noioso, con personaggi irritantissimi e troppe facce bolse prese direttamente dalla TV.
    Nemmeno io ho ancora visto l'originale tailandese, ce l'ho in DVD che aspetta da un po', ma chi lo ha visto ha avuto parole di apprezzamento, pare faccia davvero paura.

    RispondiElimina
  2. infatti, mi sa che a giorni lo vedo anche io, per questo si condivido, troppe facce pulite, troppo stereotipato, da sussulti, non fa spaventare...e questo è più un difetto che un pregio ^^

    RispondiElimina
  3. Questa è bella: ho visto questo il film al cinema quando uscì, ma quando ho letto "Ombre dal passato", mi è venuto in mente un mio racconto scritto nel 2007 ahahaha, si vede che il film non mi ha colpito particolarmente. C'era Joshua Jackson che tanto mi piace, era un horror e sono andata...ammetto che lo ricordo anche abbastanza bene, ma non so perchè il titolo non me lo ricordavo affatto. Comunque c'è di meglio in giro, senz'altro, magari l'originale sarà riuscito meglio, anche io non l'ho ancora visto.

    RispondiElimina
  4. Io lo sto guardando, proprio in questo momento ^^

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...