domenica 16 settembre 2012

Intruders

Ma diciamocelo subito, tra i tanti film horror che escono, avvolte pacchiani, altre volte interessanti, altre volte sono veri e propri cult, ci sono piccoli oggettini che meritano non una vera collezione, ma sicuramente una visione. Ok forse esagero, per lo meno, non sono i soliti titoli pacchiani senz'anima e core...
Bene, tra i film che meritano un attenzione particolare e soprattutto una visione, ci annovero anche Intruders. Ora mi direte, ma Arwen non è mica un capolavoro, e con ciò? Beh vedetevelo, innanzitutto l'intreccio è particolarmente intricato, e fa stare incollati alla poltrona, poi c'è un ricordo passato che torna a tormentare due famiglie: naturalmente c'è anche un trauma infantile sepolto nella memoria. Ma che legame c'è tra queste due famiglie? E chi si nasconde dietro la maschera delll'uomo incappucciato? E' possibile sia tutto una questione di testa?
E' senza dubbio un film ad alta tensione, che annovera nel cast un attore con le contropalle come Clive Owen, che in passato ha dato segni di saperci fare davanti alla macchina da presa. Poi la trama intrecciata che ti tiene sulle spine, fino al sorprendente finale che ti lascia a bocca aperta. Ma si tratta soprattutto di un opera riuscita, che risulta appetitosa, e intrigante e ha il pregio di non annoiare lo spettatore.
Ma attenzione, anche se il film intriga ci sono diversi buchi, soprattutto nella sceneggiatura; per quanto riguarda l'uomo incappucciato, che non si imbastisce fino infondo e questo penalizza di fatto il film. Nonostante ciò si lascia guardare bene, perchè riesce a scuotere lo spettatore fino a portarlo fuori strada, ma particolari - e azzeccatissimi direi - indizi, riescono a portarlo esattamente dove vuole il regista, con un finale a sorpresa che chi guarda non si aspetta di trovare.
Ma il film nostra un altro lato umano, le paure dei traumi infantili, che spesso e volentieri ci portiamo con noi dall'infanzia, la sensibilità dei più piccoli, in questo caso una bambina che riesce grazie alla sua recezione di captare qualcosa che non va. Il compito di scoprire tutto ciò è del padre, che dovrà scavare dentro di se, nel profondo del suo inconscio per salvare la sua bambina, superando così il suo trauma, ce la farà?
APPETITOSO.


Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...