Passa ai contenuti principali

La Memoria del cuore

Eh si, non può certo mancare la pellicola sentimentalona, e mettiamocela pure. Ma questa che per altro è tratta da una storia vera, sembra davvero banale; a parte l'eccessiva dose di saccarina che rende sia la storia parecchio melensa che i personaggi, che sono tutti belli, ricchi e pompati. Non c'è nulla, ma proprio nulla che fa risalire il film in un dramma toccante, non ti scende neanche la lacrimuccia. Tutto è programmaticamente costruito, non c'è nulla di naturale o spontaneo, persino la recitazione degli attori sembra comandata a bacchetta  a distanza. Manca soltanto che ci mettono il cartellino di fronte: siamo belli, bravi e siamo i personaggi perfetti per un film d'amore.
Di storie così scialacquate credo che se ne possa fare benissimo a meno, Rachel McAdams, spero tanto che non faccia la fine di Meg Ryan, lei che ha tutte le qualità e soprattutto potenzialità piuttosto appetitose dovrebbe puntare su titoli che la esaltino, invece sceglie di interpretare un film banalotto...peccato.
Channing Tatum non lo conosco bene, quindi evito di dare un giudizio fuori luogo, quindi parlo della sua performance in questo film. Il pubblico femminile può di certo palpitare per questo maritino bello alto, e che mostra dei bicipiti da urlo, ma è anche perfetto, dolce, amorevole...ma ragazzi non tira mai le palle questo marito? Sta lì come un ebete senza mostrare coraggio? Questo film non mostra coraggio, è un occasione sprecata peccato: io ho visto tanti film d'amore, alcuni che mi facevano piangere a dirotto, altri che emozionavano, questo no, guardi la storia di questa coppia esattamente come usciresti a comprarti un rossetto nuovo, o un profumo. Stop. La trama racconta di una coppia di giovani sposi innamorati, hanno un incidente e lei perde la memoria. Qui si avvicina anche la famiglia di lei con cui non parla da molto tempo. Lei deve scoprire quale segreto si nasconde e come mai ha rotto con i suoi, e non sarà facile perchè il marito ce la sta mettendo tutta a ricostruire il suo passato...ci si mette pure l'ex fidanzato che vuole approfittare della cosa per mettersi in mezzo, finale prevedibile, tornano insieme, ma non sarà più come prima....ok scusate lo spoiler, ma questo film mi ha delusa tanto che non potevo non metterlo, mi farò perdonare.
ANONIMO.


Commenti

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…