Passa ai contenuti principali

L'ultimo dei templari

Per una storia che mischia horror, azione, e avventura, mi sa che ci sono parecchie cose in ballo.
L'ultima pellicola di Dominique Sena, ricalca una storia medievale, siamo ai tempi dei templari, in cui due dopo essere fuggiti dalle battaglie, ed essere riconosciuti come disertori, e quindi incarcerati devono vedersela con una donna, che si dice sia una strega, che ha portato la pestilenza nel paese. La gente del luogo crede che il male che vige nel paese sia opera sua, ma c'è un rituale da compiere, quello di non permettere alla strega di operare per far del male agli altri. I templari devono compiere un viaggio pericolosissimo, anche perchè durante, vedono molte persone lasciarci la pelle, grazie ai suoi rituali nefasti, ma le cose si accorgeranno non sono affatto come appaiono, e per aiutare la giovane donna, devono salvare un libro che la forza maligna vuole distruggere a tutti i costi usandola, ci riusciranno?
Dominique Sena, non è certo un grande regista, questo film sembra un prodotto di intrattenimento non del tutto riuscito, questo grazie ad attori praticamente fuori parte, e a una regia fin troppo compiacente e ruffiana, che ne penalizzano le evidenti potenzialità dell'opera, il film viene salvato in parte da uno script intrigante e accattivante.
Il film rimane un prodotto convenzionale, che non aggiunge nulla di nuovo ai film dove la classica lotta tra bene e male, viene descritta con più enfasi, qui ci sono due cavalieri templari, di cui c'è anche Ron Perlman, che interpreta il compagno d'armi di Nicolas Cage, attore troppo spesso sottovalutato, ma che grazie alla sua interpretazione salva il film. Per quanto riguarda Cage, lo sapete già cosa penso di lui, è inutile negarlo, un attore con un espressività ridottissima, che si è perso per strada con scelte sbagliate, avvolte fin troppo sopra le righe, mi dispiace dirlo, perchè da sua fan, mi aspetto che non resti appigliato a certi film, che, seppur di intrattenimento, gli negano la possibilità di esprimersi come hanno fatto grandi autori come Lynch ad esempio, e questo mi dispiace, speriamo che arrivi qualcuno che lo valorizzi. Malgrado Cage, sono gli altri attori a tenere sulle spalle l'intero film, di chiara ispirazione Scottiana, senza averne il carisma ovviamente.
In conclusione, non è certo un film da buttare via, ma neanche di metterlo tra gli allori, se vi volete divertire è il film che fa per voi, d'altronde è un film d'attori, non d'autore, l'intrattenimento offre solo questo.


Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.