Passa ai contenuti principali

Mean Streets

Film fortemente autobiografico di Martin Scorsese, nel quale sono ben presenti e vengono sottolineate spudoratamente le sue tematiche abituali: l'incrocio tra un esistenza cristiana in un mondo sostanzialmente dominato da un gruppo criminale organizzato. E' un film duro spietato, che non ha mezze misure, i suoi personaggi vivono constantemente in un mondo senza pietà, ed è proprio qui che viene raccontata la nostra storia. Il protagonista è Charlie Cappa, uno straordinario Harvey Keytel, che ha uno zio mafioso a little italy e vorrebbe dargli dei compiti di responsabilità e aiutarlo, ma si scontra molto spesso con la sua grande fede e con la realtà di tutti i giorni del quartiere. Ha un amico che fa debiti a destra e sinistra, Johnny Boy, Robert De Niro, che non paga mai  e si mette sempre nei casini. Pur essendo amici d'infanzia, Charlie si renderà conto che la figura di Johnny sarà come una mina vagante nella sua vita. Ha persino una ragazza, Teresa, cugina di Johnny, una ragazza epilettica che lo zio non approva. Le cose peggiorano quando Johnny viene a sapere della storia di Charlie con sua cugina e minaccia di raccontarlo a suo zio, e precipitano ulteriormente quando un mafioso locale vuole indietro i soldi, e sta col fiato sul collo a Johnny boy, nonostante gli sforzi di Charlie per rimettere tutto a posto, Johnny pagherà il suo debito? O ci sarà un amara sorpresa?
Primo episodio della trilogia gangsteristica diretto da uno straordinario Martin Scorsese, che già con questo film si rivela un fuoriclasse. Il film, è a tutti gli effetti un capolavoro, e vede tra i protagonisti due attori in piena forma smagliante, Robert De Niro che interpreta Johnny Boy, personaggio psicotico e allucinato, e  Harvey  Keytel, nel ruolo di Charlie Cappa, un bravo ragazzo che comincia a fare i primi passi nel mondo del crimine grazie allo zio, ma a differenza di Johnny, Charlie ha una coscienza, e capisce che non si può cazzeggiare più di tanto con quella gente; cerca sempre nonostante tutto, di  mettere la buona parola, ma le pietre non si possono spremere più di tanto, ma allo stesso tempo non si può scherzare con i mafiosi, perchè quelli prima o poi te la fanno pagare.
Un film straordinario e sorprendente, che sottolinea la capacità di Scorsese nell'interpretare le sue tematiche e concentrarle in un film, non è un fatto semplice mostrare amore per Dio, ma allo stesso tempo impugnare la pistola. In questo film, la tematica ta credere in Dio e vivere nel mondo reale dominato dalla criminalità, è tutto portato con estrema lucidità e chiarezza; anzi avvolte talmente schietto che fa capire come sia diverso il mondo e la vita, dalla credenza in Dio.
Inoltre Scorsese, conosce bene i suoi protagonisti, e il mondo malfamato in cui interagiscono, e come un antropologo li racconta, con estrema schiettezza, e succederà anche con gli altri due capitoli della trilogia, imperdibili tutti quanti, e scusate se è poco.
CAPOLAVORO.




Commenti

  1. Un grandissimo film e un gigantesco Harvey Keitel come forse solo ne Il cattivo tenente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è bravissimo qui, il cattivo tenente prossimamente lo vedrò ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.