Passa ai contenuti principali

Birthday Girl

Il timido impiegato di banca John, Ben Chaplin, ha fatica a trovare la persona giusta. Si affida perciò a un sito specifico per trovare l'anima gemella, la trova in una ragazza russa di nome Nadia Nicole Kidman.
All'inizio le cose saranno complicate per entrambi, perchè Nadia parla solo russo, e John solo inglese, l'unico modo per comunicare all'inizio è il linguaggio del corpo. Piano piano però le cose cominciano a migliorare, anche perchè cominciano a capirsi anche attraverso uno stratagemma: Il linguaggio dei segni.
Va tutto bene finchè non arrivano dei vecchi cugini di Nadia, che in un certo senso vengono a rompere le uova nel paniere al timido impiegato.
John capirà che c'è qualcosa che non va, quando i cugini di Nadia imbavagliano la ragazza in cucina. Per poterla liberare, il giovane dovrà prelevare dei soldi e darli ai cugini. E così John si trova vittima di una truffa organizzata: come uscirne fuori?
E Nadia centra qualcosa? O anche lei è una pedina del gioco? Film bellissimo, un po' sottovalutato ai tempi dell'uscita, che mostra un gruppo di attori in straordinaria forma. Nicole Kidman, quell'anno è esplosa grazie a Moulin Rouge di Baz Luhrmann The Others di Alejandro Amènabar, questo è il terzo film con Nicole Kidman uscito nell'anno magico 2001, e forse è stato in ombra rispetto ai film precedenti; ma si presenta come una pellicola intelligente, spiccia, semplice, mostrando che nonostante tutto quando l'amore ci mette lo zampino non c'è nulla da fare.
Alla fine di tutto, nonostante la rabbia, John capisce di amare quella ragazza; e lei comprende una cosa fondamentale della vita: che bisogna sempe seguire il proprio cuore.
Il cuore ha delle ragioni che la ragione non comprende, è una realtà lucida, che viene descritta in modo non banale da un autore intelligente che conosce bene la storia che vuole raccontare, e ci fa amare i suoi protagonisti proprio come lui li ama. Non è da tutti i giorni guardare un film originale, che mostra senza falsi pudori e inutili ipocrisie, l'amore nelle sue tante sfaccettature. Si è molto parlato del nudo di Nicole Kidman, e il conseguente scandalo che è derivato da esso: ragazzi è solo un film; guardatelo senza farvi tanti problemi.
Jez Butterworth comunica con la sua mdp un linguaggio nuovo dell'amore, e lo traduce allo spettatore del film, anche se poi si capisce benissimo che Nadia vuole molto di più dalla vita, che seguire un duo di furfanti che non la porta da nessuna parte. Capisce che c'è qualcosa di diverso in John, e di tentare di dare una svolta alla sua vita. Riuscirà a dare un colpo di spugna?.
Non vi resta che guardare il film.
Bravissimi Vincent Cassell Mattew Cassovitz, nel ruolo dei cugini, che sanno tenere testa al quasi imbranato Ben Chaplin, prima che questi dimostri coraggio, ma è il personaggio che è così e lui lo interpreta in modo misurato e intelligente.
APPETITOSO.






Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.