Passa ai contenuti principali

La Casa del Sorriso

Torna alla fabbrica, - e prossimamente nelle mie visioni cinematografiche - Marco Ferreri, con il suo film più amaro malinconico e struggente: La Casa del Sorriso.
Un film tagliente e polemico che affonda il pugnale contro i pregiudizi che si scatenano sulla storia d'amore tra due persone anziane, che alloggiano in una casa di riposo, abbandonati dai parenti che non possono occuparsi di loro in quanto troppo impegnati con le loro vite.

Un opera amara ma allo stesso tempo sagace e crudele contro la superficialità delle persone - in questo caso figli, nuore, generi e via dicendo - che preferiscono pagare le case di riposo piuttostso che occuparsi di loro.
Così sono i due protagonisti, Andrea e Adelina, che si incontrano al bar in cui scatta il colpo di fulmine, lui è sposato con una donna che ormai sta a letto, ma non ha perso l'entusiasmo e gli ormoni per le belle donne.
Nonostante l'ardore provato i due vecchietti, come novelli romeo e giulietta arzilli, devono fare i conti con gli infermieri che sono decisi a contrastarli in tutti i modi, con il loro egoismo per farli smettere di scopare...eh si, avete sentito bene, i vecchietti ci danno dentro, e questo causa sgomento nella comunità di anziani presso la quale alloggiano.

La negazione dell'amore tra due persone anziane, e la superfcialità dei giovani che credono sia ridicolo che due anziani provano pulsioni, sentimenti, ormai sono soltanto vecchi per loro, e devono stare buoni e in silenzio accettando la loro età di malati a cui non è permesso avere sentimenti e emozioni.
Ancora una volta Marco Ferreri scava a fondo dei sentimenti, sputanto al mondo dei giovani a cui è concesso tutto un amore vero, sincero tra due persone anziane, facendoci capire che i ridicoli sono proprio i giovani a cui molte volte è concesso di tutto e di più tanto loro sono giovani, mentre i vecchi devono capire che non è concesso niente, hanno già dato, hanno un piede nella fossa quindi è inutile esprimere ardori e sentimenti...ma dove sta scritto?
Un opera asciutta, polemica e senza fronzoli diretta da un sempre più sorprendente Marco Ferreri, che anche questa vola si conferma un grande regista.
Promosso a pieni voti.
Voto: 8


Commenti

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…