La Passione di Giovanna D'arco

Capolavoro punto.
Cos'altro dire di un film che è ormai entrato nella storia del cinema?
Ringrazio infinitamente il cinefilo dalla mostruosa cultura che risponde al nome di J Doinel per aver insistito che vedessi questo film, cosa farei senza di lui?
A volte me lo domando anche io...soprattutto perchè ha una straordinaria conoscenza e coscienza dell'arte cinematografica, mai fine a se stessa, poi è capace di consigliare opere di sconvolgente bellezza, tra cui questo straordinario e unico film...un grandissimo film, che altro dire?

Bisogna essere cinefili convinti per guardare un opera del genere e sentire tutti i sentimenti di questo mondo, ammetto di non conoscere molto bene Carl Theodòre Dreyer, lacuna che colmerò - una delle tantissime tra l'altro - questo è il primo e finora unico film che ho visto di questo straordinario regista, cercherò di cercarne altri e di recensirli, perchè per me, e per come ho assimilato questo film, è senza dubbio un autore che si deve fare, se si è cinefili degni di questo aggettivo.
La Passione di Giovanna D'arco è un film che squote gli animi dello spettatore, muto, senza nemmeno l'accenno di un suono, ma capace di carpirne dolore, passione, morte e disperazione.
Da un opera del genere se ne esce più che provati, ma soprattutto colpiti nel profondo.
Un film del genere è impossibile dimenticarlo.
Non ho altro da aggiungere...per ora.
Voto: 10


Commenti