Passa ai contenuti principali

Un Piano Perfetto

Ok, sono finalmente giunta alla seconda recensione oggi, ci sono finalmente riuscita olèè, allora, ho scelto come secondo round, la commedia Un piano perfetto con Diane Krueger.

Il film, sembra palloso, invece no, cresce piano piano e senza che te ne accorgi ti incatena alla poltrona dall'inizio alla fine.
Risultando essere una sorpresa che ti coinvolge scena dopo scena, grazie all'abilità del regista nel saper raccontare una storia all'apparenza banale, ma che piano piano risulta essere uno dei film più accattivanti che abbia mai visto.
Eh ultimamente i francesi hanno l'abilità di sorprendere gli spettatori, un ottimo pregio che personalizza maggiormente opere in apparenza discostanti, ma che esplodono come un vulcano in eruzione, piano piano, senza che te ne rendi conto.
Il merito è del regista, dei produttori, gli stessi del film Quasi Amici e soprattutto dei due attori protagonisti Diane Krueger e Dany Boon.

Il film rispecchia che certe volte le maledizioni, si possono sconfiggere, e come fare a sconfiggerle? Semplicemente non tenendole in considerazione, e lasciarsi trasportare dai sentimenti, è proprio quello che succede a Isabelle e Jean-Ives, lei decide di sposarlo e divorziare subito dopo per sposare l'uomo che crede di amare e sconfiggere così la maledizione di famiglia, ma i sentimenti ci mettono lo zampino e soprattutto sono gli imprevisti del caso e del destino a far si che la maledizioni sorvoli come è iniziata.
Nessuno può prevedere il fato e il destino, si da il caso che quelle persone della famiglia di Isabelle hanno divorziato al primo matrimonio, e che lo stesso destino abbia avuto in serbo per lei un futuro esattamente diverso da quello che aveva previsto.
Chi la spunterà?
In un susseguirsi di imprevisti e colpi di scena ecco una commedia romantica intelligente, e spudoratamente originale che mette alla berlina le superstizioni, ci voleva una ventata d'aria fresca, diversa dalle solite commedie strappalacrime, che ti fanno consumare chili e chili di fazzoletti.
Voto: 7 e 1/2



Commenti

  1. Carinissimo. francesi, nelle commedie (anche quando sono così banali), hanno una marcia in più; una specie di tocco magico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ultimamente hanno dimostrato di essere vincenti, fanno film davvero interessanti da vedere e collezionare ^_^

      Elimina
  2. Visto al Cinema in una sala desolatamente vuota. Spettatori totali: io e la mia Silvietta. Ma quante risate!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.