Passa ai contenuti principali

Amadeus

Quando ho visto il film mesi fa, non sapevo cosa mi sarei trovata davanti, l'ennesimo polpettone da oscar? No, non lo è tranquilli, ho visto l'edizione integrale, ben più completa del film che ha vinto la mitica statuetta, e devo dire che mi è piaciuto moltissimo.
Ora non so cosa c'è di vero sulla rivalità tra Mozart e Salieri, che in questo film viene enfatizzata al massimo.

Il compositore italiano Antonio Salieri, da quanto racconta il film, sembrava intimorito dal geniale Wolfgang Amadeus Mozart, che si faceva beffe di tutto e di tutti, stravolgendogli persino una sua composizione, con un motivetto graziosissimo, forte del suo grandissimo talento musicale, eppure nonostante questo, sembrava sboccato, volgare, idiota, tutta roba che lo mandava in bestia.
Il film è uscito nel 1984 ed è tratto dall'opera teatrale di Peter Shaffer sulla rivalità tra Mozart e Salieri, che ha raccolto parecchi premi alle manifestazioni cinematografiche, credo sia uno dei migliori film di Milos Forman, autore di cui in precedenza ho apprezzato molto Larry Flinth - Oltre lo scandalo  Man on The Moon
Con questo film credo che abbia fatto un opera grandiosa, eccessiva, soprattutto nella caratterizzazione dei personaggi, enfatizzati da una rivalità incomprensibile, accentuando la presa sulla leggenda metropolitana in cui si dice che ad uccidere Mozart sia stato Salieri.
Ma devo dire che i due protagonisti sono bravissimi, soprattutto Frank Murray Abraham che recita in maniera controllata, un personaggio capace di perdere la testa, vedi verso il finale e l'inizio, altrettanto bravo è Tom Hulce - che ritroveremo in Mary Shelley's Frankenstein  di Kenneth Branagh che recita in maniera squinternata, bizzarra, ed eccessiva, daltronde lo è persino il personaggio, un geniale idiota, riuscendo a simpatizzare persino con gli spettatori che guardano il film.
Nonostante gli eccessi, il comportamento bizzarro, devo dire che Salieri apprezzava il suo rivale, e il suo apprezzamento era misto a una crescente inadeguatezza, che si trasforma in invidia, per questo giovane dai modi incomprensibili, che sapeva donare una musica così celestiale alla gente.
Insomma il succo del film sta tutto qui, e Forman si chiede se effettivamente a far fuori Mozart sia stato proprio Salieri, cosa che ovviamente nella realtà credo non sia mai successa.
Ovviamente il film è misto tra fatti realmente accaduti e altri palesemente romanzati, comunque questa leggenda sulla rivalità è il centro del film, e pare che a renderla nota fosse Alexander Puskin poeta russo, che addirittura dava per certa questa diceria, e forse il drammaturgo Shaffer si è ispirato proprio a questa leggenda per scrivere il film.
In conclusione, un grande film, vedetelo però nella versione di tre ore, che è una goduria per gli occhi, e le orecchie.
Voto: 8





Commenti

  1. per me è da 10, adoro questo film , lo vidi al cinema poi in tv , poi tornai al cinema a vedere la versione director's cut...questo per dirti quanto lo adori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene, anch'io però gli ho dato un bel voto, un otto è raro che lo do xD

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…