Blancanieves

Volete vedere una vera reinterpretazione di una fiaba classica? Si avete capito bene, ma senza gli stravolgimenti che i giocattoloni hollywoodiani costruiscono soltanto per incassare soldi a palate, eccola, si tratta di Blancanieves, dello spagnolo Pablo Berger.
A differenza Berger, non cambia totalmente la fiaba, ma la reinterpreta secondo suo gusto, ispirandosi al grande cinema del passato, e dirige un film muto, piccolo, che sembra voler raccontare una storia dura, come per far stare ferma la gente e deliziarsi a osservare, più che ascoltare.
Che il cinema voglia tornare agli antichi fasti si era già visto nella pluripremiata pellicola The Artist di Hazanavicious, che seppur pregevole e nostalgica, stilisticamente non si avvicina minimamente alla qualità di questo grande film, pur essendo anch'esso un capolavoro.
Pablo Berger dirige un capolavoro, e per giunta toccante da trasmettere emozioni in ogni inquadratura, la storia riprende la fiaba di Andersen e la ambienta nella spagna tra gli anni 10 e gli anni 20.
La piccola Carmen, nata figlia di un torero, va a vivere con la zia perchè nel frattempo il padre ha sposato la sua infermiera, la cinica Encarna, che lo sposa solo per i soldi e fare la bella vita.
Un giorno la zia di Carmen muore d'infarto, e la piccola è costretta a trasferirsi in casa del padre e della matrigna, bene, questa le vieta assolutissimamente di andare di sopra - dove c'è suo padre - e la fa lavorare a casa, ma la bambina trasgredendo questo divieto, fa la conoscenza del padre, che le insegna l'arte di toreare, e nel frattempo si accorge che Encarna tradisce il marito con aitanti giovanotti, perchè egli è seduto su una sedia  a rotelle dopo l'incidente col toro.
Alla fine farà di tutto per liberarsi del marito, e soprattutto della figlia, se non fosse che la ragazza dopo essere stata scoperta in compagnia del padre, viene cacciata di casa, e accolta in un gruppo di nani, che la aiutano a diventare una torera famosa, e qui scatta l'invidia di Encarna per quella ragazza, che occupa tutte le più importanti e illustri riviste al posto suo...come fare a toglierla di mezzo?
Hehehe, lo volete sapere?
Sapete qual'è la mia politica, niente spoiler, guardatevelo, e lo scoprirete :)
Per quanto mi riguarda a questo film do il massimo dei voti, se lo merita, e grazie all'amico Bradipo che mi ha convinta a vedere questa meraviglia, gli mando un grosso abbraccio.
Voto: 10





Commenti

  1. Davvero interessante, spero di trovarlo per dargli un'occhiata! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD