Passa ai contenuti principali

Fast Review #2

Looper - In fuga dal passato

Joe è un looper, ovvero un uomo che uccide chi viola entrando nella sua dimensione attraverso i viaggi nel tempo, che sono assolutamente vietati, dato che ancora non sono stati inventati, ma cosa succede quando vede se stesso da giovane che fa i viaggi nel tempo? Capisce che c'è qualcosa che non va e comincia ad indagare...scoprendo diversi altarini...niente male come film d'azione e fantascienza, ricorda persino i classici di Philip K Dick.
Voto: 7

Regia: Rian Johnson


Detention

Un pericoloso Killer si aggira al liceo, e il preside rinchiude i sospettati a scuola, ma il Killer è ancora a piede libero, riusciranno i nostri scapestrati teenager a smascherare il killer e a salvarsi la pelle?
Il film sembra una vacconata bella grossa, poi ti accorgi che nonostante la poca originalità
sa mischiare bene le sue carte e tiene lo spettatore incollato alla poltrona, il che è un pregio che un difetto, coraggioso.
Voto: 7

Regia Joseph Kahn


Safe House - Nessuno è al sicuro

E' il classico prodotto action hollywoodiano, quindi vi lascio immaginare un po' come sarà il mio parere, non offre nulla di innovativo, c'è la classica cospirazione tanto amata dagli americani, poi ci sono gli agenti segreti, sparatorie, cercare la scoperta di un complotto legato alle safe house e bla bla bla...tutto visto e rivisto un miliardo di volte, non sarebbe il caso di cambiare strategia? La trama narra di un latitante che viene messo in una di queste safe house perchè in possesso di un microchip, dovrà fare i salti mortali per salvarsi la pelle e smascherare chi ha organizzato questa baracconata.
Innovativo? Per nulla.
Voto: 5

Regia: Daniel Espinosa


The Bourne Legacy

Quarto capitolo della saga di Jason Bourne, ma più che un sequel è uno spin-off, protagonista stavolta è Aaron Cross, agente-soldato geneticamente modificato che deve deve disintossicarsi dalle pillole che il governo gli dava, per aumentare le sue potenzialità fisiche e psichiche, essendo "sfuggito" alla chiusura del programma che ha causato la morte di tutti i soldati "programmati" geneticamente, e con lui deve sfuggire al governo anche la dottoressa che studia gli effetti delle pillole e ha rinunciato alla sua carriera per le sue scoperte, anche per questo gli agenti la volevano morta.
Altro action che si allontana dalla saga originaria, forse per questo ha meno appeal di quella con Matt Damon, ma niente paura il divertimento c'è sempre, anche se il film rimane senza infamia e senza lode.
Voto: 6

Regia: Tony Gilroy


Il Mio Angolo di Paradiso

No dico, ma l'amore lo devi trovare quando ti ammali e ci manca poco per restarci secca?
Per la serie non è mai troppo tardi, ma quanto è smielato questo film, si rischia una overdose di saccarina, ipocrita e fasullo, viaggia sulla falsariga dei buoni sentimenti, con una donna cinica, che alla fine riscopre i veri valori della vita, come se tutto ciò fosse normale e comprensibile, ma per favore, il pubblico è molto più serio di come questo film vuole effettivamente edulcolorarlo, con una storia che lascia presagire promesse che non mantiene, e una protagonista (parlo ovviamente del personaggio) incapace di bucare lo schermo, nonostante faccia qualsiasi cosa per ottenere questo, e meno male che Dio le fa avere 3 ultimi desideri, come per la lampada di Aladino, e grazie ad una malattia affrontata con superficialità nel film ovviamente, senza riuscire nell'impresa di fare immedesimare il pubblico, che è obbligato a capire una persona che se la godeva, fino a quando ha scoperto la malattia e comincia a cambiare...no, non ci siamo.
Voto: 2

Regia: Nicole Kassell

Commenti

  1. Detention per me è una delle genialate più fiche degli ultimi anni peccato sia uscito in Italia solo in DVD quindi è pressapoco sconosciuto, peccato cioè: killer, viaggi nel tempo, la scenetta iniziale, qualche riferimenti ai film degli anni 80' boh io ho riso dall'inizio alla fine, autoironico. Per me rimane troppo fico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, ultimamente c'è questa abitudine di fare uscire i film in dvd direttamente, perchè? Qualcosa mi dice che la sala non ha + l'appeal di un tempo, altri film sono usciti direttamente in video, film che ho visto e mi sono piaciuti, maniac, remake con elijah wood, e byzantium di neil jordan...bah!!!

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…