Passa ai contenuti principali

Bronson

Questo film per me è stato una rivelazione, sia perchè grazie a questo il regista Nicolas Winding Refn è entrato nella cerchia dei miei registi preferiti, e Tom Hardy che qui è spaventosamente superbo è ormai tra i miei attori favoriti.
Il film in se è un capolavoro spaccaculo, come dissi all'antro, non c'è un attimo di tregua, il regista non strizza l'occhio allo spettatore, semplicemente ti mostra il film e il personaggio di Michael Peterson, che non ha nulla a che invidiare all'Alex De Large di Arancia Meccanica di Kubrickiana memoria, un uomo per cui la violenza è ormai diventata una ragione di vita, tanto da passare trent'anni in isolamento, nonostante non abbia ucciso nessuno.


E' il suo temperamento pazzoide che ne fa un pericoloso criminale, tanto da essere persino internato in un manicomio, e qui c'è una delirante scena coi pazzi che ballano sulle note di it's a sin dei Pet shop Boys.
Potevo non recensire quello che per me, almeno quest'anno è uno dei film rivelazione dell'anno?
Un opera indimenticata, che devo dirlo, è già entrata nel mio olimpo personale, grazie a questo film ho deciso di recuperare gli altri film di questo regista talentuoso.
Ma andiamo al dunque, Nicolas Winding Refn dirige il film ispirato a una storia vera, e qui potreste fare due più due, nel dire eh si, ci saranno i soliti difetti, il film è romanzato e bla bla bla...
Il mio consiglio è...non abbiate pregiudizi e guardate questa meraviglia di film, io l'ho adorato dall'inizio alla fine tanto da entusiasmarmi per ogni scena delirante, e allo stesso tempo esilarante, perchè nonostante tutto non puoi non apprezzare il personaggio, che sta persino simpatico allo spettatore.
E' un film incredibile, che spiazza e sconcerta, ma allo stesso tempo non lo dimentichi facilmente, il tutto grazie a una regia sapientemente efficace e brillante, e a un attore straordinario: Tom Hardy.
Si dice che Christopher Nolan lo abbia scelto per il ruolo di Bane dopo aver visto questo film, e non posso dargli torto, dato che è un attore bravissimo.
Per quanto mi riguarda questo film è ormai un cult, ma il bello è che non stanca mai, ti tiene incollato alla poltrona dall'inizio alla fine, e nonostante le gesta discutibili del suo protagonista, ti conquista e non ti lascia più, e credetemi, appena lo vedrete non solo mi darete ragione, ma anche per voi diventerà un cult.
Alla fine, anche se Bronson cerca di allinearsi, costruendo per se una vita normale, deve trascendere dalla realtà e capire che deve accettare la sua natura violenta, quella che spacca le ossa ai secondini, quella che morde, quella che pesta a sangue la gente, e quella che gli fa commettere furti, bisogna accettare la natura, non allontanarsi, anche se le sue azioni sono discutibili.
CAPOLAVORISSIMO
Voto: 10




Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.