Passa ai contenuti principali

Room

Joy è stata rapita mentre andava a scuola da vecchio Nick, che l'ha rinchiusa in una stanza abusando di lei. La ragazza da alla luce un bambino e tutti e due vivono dentro una stanza dalla quale è proibito uscire.
Ma il giorno del quinto compleanno di Jack, il bambino, Joy non può mentire più e così cerca una soluzione per uscire da quella stanza.

Ecco la mia recensione di Room film capace di spaccarmi in due dalla tensione accumulata, vedere la scena della fuga del piccolo Jack che si finge morto mi ha fatto venire la pelle d'oca, e non sto scherzando.
Una madre e un figlio che vivono dentro una stanza, non escono mai, il bambino cresce trattando gli oggetti come fossero esseri viventi, ad un certo punto la madre non può o forse non riesce più a mentire, così comincia a parlare di quello che c'è fuori; drammatica la scena in cui il bambino urla che fuori non c'è niente, e che tutto quello che dice non è vero.
Ma Joy dice la verità a suo figlio, e nello stesso tempo cerca una soluzione per uscire di lì prima possibile, e tornare alla vita lontano dal maniaco sessuale che aveva abusato di Joy e l'aveva messa incinta.
Un film sugli abusi, un film su quanto sia difficile fronteggiare una persona malata, incapace di vivere la vita come fanno tutti per impedire ad un altro essere umano di vivere, di respirare e soprattutto di amare.
Il regista non divide nessuno tra buoni e cattivi - la scena del padre che rimane in silenzio e poi se ne va  è agghiacciante - ma ricalca i sentimenti di ognuno dei personaggi, le loro paure, le loro utopie e via dicendo.
Persino l'aguzzino si scopre essere una persona malata, anzi E' una persona malata, perchè se sei normale non privi nessuno di avere una vita come tutti.
Così è in quello spazio ristretto che cresce Jack, si nota come tratta gli oggetti, come esseri viventi. L'unica persona vicino a lui è la madre, ed è sottile la psicologia del bambino che viene presentata allo spettatore nuda e cruda ma vera, il regista è talmente sincero da riuscire a fare empatizzare il bambino con gli spettatori. In quel momento noi siamo Jack, è inutile negarlo non è vero?
Bravissima Brie Larson giustamente premiata con l'oscar, ancor più bravo è Jacob Tremblay, che interpreta Jack il bambino, che altro dire se non consigliarlo vivamente?
Voto: 8
Trailer 





Commenti

  1. un film straordinario, Lenny Abrahamson sta diventando sempre più bravo.
    Jack e la mamma sono due persone di cui la specie umana può andare fiera.

    RispondiElimina
  2. Bellissimo film, anche se mi ha dato un senso di claustrofobia... E io ne soffro :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…