Passa ai contenuti principali

Anomalisa

Sembrerebbe un film strano, un po' anomalo e infondo lo è.
Difficile sostenere il contrario.
Cosa posso dire? Non mi vengono le parole esatte per descrivere un film così, perciò proverò a farlo nel modo più semplice possibile.



E' la storia di Michael, un uomo che non è contento della sua vita, della sua famiglia, un po' perchè rimpiange un vecchio amore del passato, un altro perchè vorrebbe qualcos'altro, un po' come se gli mancasse qualcosa, ma cosa?
Questa cosa si materializza in una giovane ragazza con cui finalmente può essere se stesso, e per cui prova un sentimento nuovo che non conosceva prima, Lisa può essere la donna della sua vita, solo che non lo sa.
In pratica è questa la trama un po' così di questo film sorprendente.
La cosa curiosa è che per tutti i personaggi uomini e donne ci sono voci maschili, quando l'ho visto mi è sembrato strano, un po' bizzarro; poi ho capito il perchè.
L'anomalia del film sta proprio l'essere fuori dal coro, infatti Lisa, è l'unico personaggio ad avere una voce femminile, ed è l'unico personaggio ad avvicinarsi al protagonista accettandolo per quello che è.
Tutto quanto sembra finire quando le prime luci del giorno cominciano ad arrivare nell'albergo dove questi alloggia per fare l'oratore di un libro da lui scritto.
Un film d'animazione per adulti, sincero con cui viene facile immedesimarsi coi personaggi, che sono profondi e umani.
La cosa che stupisce maggiormente è la monotonia della vita, qui descritta in maniera essenziale e motivata, stilisticamente sorprende che i due registi abbiano fatto un opera tanto profonda e anche romantica.
Mi è piaciuto tantissimo l'utilizzo delle voci, poi anche la storia come se dovesse esserci un domani diverso, per poi ritornare nel coro...basta che ho già spoilerato, e non voglio rovinarvi la visione con la mia recensione.
Guardatevelo.
Voto: 8



Commenti

  1. E' indubbiamente un buon film ma... non so, è come se mancasse qualcosa per poterlo definire davvero riuscito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avrà i suoi piccoli difetti, cmq de gustibus muhamuhamuha

      Elimina
  2. Pure per me manca qualcosa. Gran film, ma il più debole di Kaufman, il minutaggio e la mancanza dei mezzi per una tecnica simile hanno vagamente influito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh può darsi, a me comunque è piaciuto molto :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.