Grimm Stagione 2

Ecco la recensione della seconda stagione di Grimm, qui troviamo i nostri eroi esattamente dove li abbiamo lasciati nella stagione precedente.
Juliette è in coma grazie all'incantesimo di una Exenbeast e non si sa come risvegliarla.
Hank riesce a vedere il lato oscuro delle persone perchè è il compagno di Nick, il Grimm protagonista della serie e crede di essere impazzito, saranno lui  e Monroe a spiegargli tutto.
Monroe si innamora di Rosalie la sua collega nell'erboristeria.
Quando Juliette si sveglia dal coma crede di essere innamorata del capitano di Nick, e lui sembra essere affetto dalla stessa ossessione, in aiuto arriveranno proprio Monroe e Rosalie che berranno la stessa pozione che la Exenbeast, - cioè la madre di colei che l'ha ridotta in coma - ha preparato per fare svegliare Juliette,  ma lei perde la memoria, dopo la pozione cominciano ad arrivare i primi ricordi confusi.
Insomma avete capito no? In questa seconda stagione succede di tutto e di più, le famiglie reali sono in tumulto perchè vogliono le misteriose chiavi, e il Grimm deve trovarle prima di loro altrimenti domineranno il mondo.
Mi piace Grimm.
Mi piace quel suo modo di essere diversa dalle solite serie fantastiche, questa seconda stagione è stata più avvincente della prima, perchè ha saputo coinvolgermi forse più della prima.
Non dimentichiamo la special guest star dei primi due episodi: l'attrice Mary Elizabeth Mastrantonio che interpreta la madre di Nick.
Insomma con questa stagione ci si diverte parecchio, non vi piace? Pazienza, ma la annovero tra i miei guilty pleasures personali, se vogliamo chiamarli così.
Ma diamine, io adoro i telefilm fantastici, può non piacermi un telefilm del genere?
Gli do un bel voto a questa stagione.
Voto: 7
La prossima Settimana American Horror Story Freak Show



Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD