Passa ai contenuti principali

Dogtooth - Kynodontas

Fa male vedere degli esseri umani ridotti a macchiette, a delle larve umane psicologicamente parlando, come animali ammaestrati, incapaci di esprimere un loro parere o usare la loro testa, quando succede, ci sono punizioni esemplari che rasentano la tortura psicologica, il film imperniato di un masochismo assoluto rende quasi patologico il rapporto tra genitori e figli, quasi come fosse una caricatura dell'istituzione familiare, quelli non sono figli, sono degli uomini abortiti, che non conoscono il mondo al di fuori del recinto di casa, ma non è colpa loro, la colpa è dei genitori che daccordo tra loro inducono ai figli una educazione patologica, ma in modo che non se ne accorgono della sottile violenza che esercita l'autorità genitoriale.
Durante la visione ti viene di pensare, questi sono schizzati, sono fuori di testa, non sono affatto normali, perchè non si possono tenere i figli rinchiusi dentro casa, ma anche se c'è dell'assurdo - beh per delle persone normali non è normale questa cosa - ti chiedi come mai, cosa è successo? Perchè? Ma sono tutte domande che non avranno risposta, forse è anche giusta la scelta di Lantymos di non dare nome ai personaggi, perchè personaggi del genere sono anonimi, vuoti, e così come è anonimo e vuoto il loro mondo.
L'educazione - Terribile, davvero terribile, dallo stravolgimento delle parole, fica - lampada, telefono - sale zombie - fiori gialli, a dei giochi strani che fanno tra loro per vedere chi è più bravo, l'unica persona che può entrare nel loro mondo è Christina - che deve esplicare le necessità sessuali del figlio maschio, necessità al quale le donne sono bandite, come lo è la madre per il marito, esplica le necessità sessuali non fanno l'amore, fanno solo sesso, l'unico che può uscire di casa è il padre per andare a lavoro, christina viene bendata per non far conoscere l'indirizzo di casa.
Le Trasgressioni - è normale trasgredire in un contesto familiare simile, ma guai a chi viene pescato a farlo, le punizioni sono esemplari, e non vengono puniti solo i figli, ma anche chi entra in casa e da loro motivo per trasgredire alle dure leggi paterne.
Il mondo esterno - E' completamente bandito, gli unici protagonisti sono i familiari, niente musica, niente film apparte qualche filmino familiare e dischi che piacciono ai genitori.
Un film lacerante, che non lascia spazio per la speranza, anzi forse si, comunque fa soffrire e tanto perchè i figli sembrano accettare passivamente quel mondo ma forse non è così infatti il padre ha detto loro che potranno uscire solo quando cadrà loro il dente canino, e sarà questa la chiave che salverà la figlia maggiore, si toglie il canino e si chiude nell'automobile del padre, e sarà lui che inconsapevolmente la farà uscire di casa.
La cosa tremenda di questo film è che pur di salvare il proprio nucleo familiare, le proprie leggi si arriva persino a commettere incesto infatti una volta che Christina ha fatto trasgredire i figli dando delle videocassette viene bandita e sarà la maggiore ad esplicare al posto di Christina le necessità del fratello.
In conclusione, un film terribile, impressionante doloroso come pochi altri, ma anche capace di destabilizzare lo spettatore, è disturbante assistere alla visione di questo film, ma allo stesso tempo si rimane sbalorditi dal talento di questo giovane regista, che spiattella in faccia allo spettatore scena per scena, sicuramente ha imparato bene la lezione cinema da un altro regista disturbante Michael Haneke.
IMPERDIBILE.

Commenti

  1. Un film agghiacciante, che ancora non sono riuscito a farmi piacere eppure clamorosamente geniale.
    L'ho sempre trovato l'Inception del Cinema autoriale.

    RispondiElimina
  2. è un'opera ferocemente politica ;-)

    RispondiElimina
  3. capolavoro supremo!
    e a rifletterci, i tizi saranno anche fuori, però il lavaggio del cervello attuato da partiti politici e organizzazioni religiose non è poi molto lontano..
    eppure a un sacco di gente il loro comportamento non sembra così folle

    dovrebbe essere proiettato nelle scuole. qualcosa mi dice che però la gelmini non sarebbe molto d'accordo..

    RispondiElimina
  4. per me resta un film horror, e pure uno dei più efferati che abbia mai visto!

    RispondiElimina
  5. si concordo con tutti e due, si è un film horror, perchè quello che si vede fa orrore...

    RispondiElimina
  6. Brava Arwenm recensione molto appassionata, impetuosa.
    Riguardo alla domanda che mi avevi fatto ti ho risposto da me.

    Ciao!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.