Horror Stories Special Ediction - Tobe Hooper Tribute - Celebration Days - Il Custode

Anche oggi c'è una celebrazione, quest'anno è morto un regista che bene o male non conosco molto bene, ma è senza dubbio importante celebrarlo perchè ha fatto la storia del genere Horror, sto parlando di Tobe Hooper, di cui ho visto diversi film, ma ahimè non ho ancora approfondito come è successo con Carpenter, Craven, Cronenberg e Romero.
Mi è sembrato giusto celebrarlo e ricordarlo proprio nel momento del trapasso scegliendo uno dei suoi film recenti che mi ha piacevolmente sorpresa.

All'inizio pensavo un po' sconcertata che non poteva averlo girato Tobe Hooper, pechè conoscendo quel poco che ho visto, non mi capacitavo del fatto che non c'erano scene spaventose, o almeno all'inizio sono state fatte con il contagocce.
Verso la metà del film invece, ecco che le scene paurose arrivano, e non sono certamente come te le aspetti tu.
Dietro la macchina da presa c'è un signor regista, uno che nel 1974 ha girato film come Non Aprite Quella Porta autentico cult per ogni Horrorofilo, una perla, un capolavoro che certamente non può mancare in ogni collezione che si rispetti, poi c'è stato anche Poltergeist altro capolavoro, e tanti altri film, che spero di recensire molto presto, chissà magari facendo una speciale rassegna dedicata proprio a questo regista...vediamo più avanti, magari entro l'anno prossimo.
Non sto parlando do zombies, quelli lasciamoli al papà Romero, si è vero i morti si rianimano e sembrano avere vita propria, ma sono esattamente zombies,  sono qualcos'altro.
L'impiego in cui la macchina da presa svolge le sue riprese facendoti entrare letteralmente in un inferno che difficilmente dimenticherai.
Perchè amici miei, questa non è una pellicola horror qualsiasi, questo è un horror con le palle e molte volte ho avuto paura che uno di questi morti uscisse dallo schermo del mio pc per invadere casa mia, e non sto scherzando.
Si, ho avuto fifa lo ammetto, e per un horrorofila come me - che prima di Twin Peaks ero veramente pusillanime, e odiavo il genere horror tanto da non guardare film del genere - è stata una giocia per gli occhi e anche una paura sfacciata che molte volte mi ha fatto saltare dalla sedia.
Vi consiglio la visione, e non sottovalutate Tobe Hooper, anche lui è un regista con i controcaxxi ve lo assicuro io.



Commenti

  1. Minchia quanto mi mancherà, ricordo che questo film inizia a vederlo senza nemmeno sapere che era di Hooper, hai fatto un ottima scelta. L'Horror trucido di Hooper è stato spesso imitato, ma lui ne aveva fatto un arte. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come non darti torto, io ho visto pochissimo di Hooper (che vergogna), ho fatto praticamente tutti i più grandi registi horror, da Cronenberg a Carpenter, fino a Craven e Romero...alla lista manca Hooper, è ora di rimediare xD

      Elimina
  2. Questo penso di averlo visto, ma non ho ricordi eccezionali, al contrario di Hooper, che è sempre stato in effetti un regista coi controcaxxi, che non si è mai risparmiato, per la gioia dei nostri occhi ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari