Passa ai contenuti principali

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me Nicole Kidman, che all'età di 50 anni, sta conoscendo una nuova giovinezza sia al cinema che in tv.
Potevo perdermi questa chicca?
A pensarci bene, è stata la recensione del sempre amico Ford a incuriosirmi, così a settembre mi sono detta, voglio vedere qualcosa uscito quest'anno apparte la terza stagione di Twin Peaks, e così è stato.
Posso capire il perchè Nicole Kidman ha vinto l'Emmy quest'anno, il suo è un ruolo difficile, che sinceramente mi ha sorpreso, poi lei è anche bravissima a esprimere le mille sfaccettature di una donna vittima di abusi, da rendere il tutto molto reale, molto drammatica la scena dalla psicoterapeuta dove finalmente apre gli occhi sulla sua situazione, e decide di mandare a fan.... suo marito, anche se per lei è un ottimo padre, ma se un uomo è violento è meglio mollarlo su due piedi.
Poi c'è Jane, anche lei vittima di un abuso, ma non vi dico quale, per non rovinarvi la sorpresa, lo dovete scoprire così come ho fatto io, vedendolo.
Madeleine invece sembra soffrire molto perchè sua figlia vive con il suo ex marito e la sua nuova compagna, anche lei è risposata ma...c'è qualche scheletro nell'armadio che piano piano si rivelerà.
In tutto c'è lo scontro con Renata, la Dern appunto, che accusa Ziggy il figlio di Jane di aggredire sua figlia.
Alla fine si scoprirà chi è il bullo che perseguita la figlia di Renata?
Si scoprirà inoltre chi è il colpevole del delitto su cui è incentrata gran parte della miniserie? All'inizio pensavo fosse Renata la vittima, anche per via delle accuse che lei stessa rivolgeva al figlio di Jane, fino all'ultima sorprendente puntata in cui i nodi vengono al pettine.
Non vi dico altro, vi invito a guardare questa miniserie tv.

Commenti

  1. Dovrei averlo già visto solo per la presenza di Nicoletta Ragazzino, che di solito è motivo più che sufficente per vedere un film per quanto mi riguarda. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe ;) l'hai recensito? Mi piacerebbe sapere che ne pensi :)

      Elimina
  2. Una serie bellissima, semplice ed efficace.

    RispondiElimina
  3. Una piccola grande serie.
    Anzi, una grande serie e basta.

    Io comunque ne avevo parlato mooolto tempo prima di Ford. ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!