Passa ai contenuti principali

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me Nicole Kidman, che all'età di 50 anni, sta conoscendo una nuova giovinezza sia al cinema che in tv.
Potevo perdermi questa chicca?
A pensarci bene, è stata la recensione del sempre amico Ford a incuriosirmi, così a settembre mi sono detta, voglio vedere qualcosa uscito quest'anno apparte la terza stagione di Twin Peaks, e così è stato.
Posso capire il perchè Nicole Kidman ha vinto l'Emmy quest'anno, il suo è un ruolo difficile, che sinceramente mi ha sorpreso, poi lei è anche bravissima a esprimere le mille sfaccettature di una donna vittima di abusi, da rendere il tutto molto reale, molto drammatica la scena dalla psicoterapeuta dove finalmente apre gli occhi sulla sua situazione, e decide di mandare a fan.... suo marito, anche se per lei è un ottimo padre, ma se un uomo è violento è meglio mollarlo su due piedi.
Poi c'è Jane, anche lei vittima di un abuso, ma non vi dico quale, per non rovinarvi la sorpresa, lo dovete scoprire così come ho fatto io, vedendolo.
Madeleine invece sembra soffrire molto perchè sua figlia vive con il suo ex marito e la sua nuova compagna, anche lei è risposata ma...c'è qualche scheletro nell'armadio che piano piano si rivelerà.
In tutto c'è lo scontro con Renata, la Dern appunto, che accusa Ziggy il figlio di Jane di aggredire sua figlia.
Alla fine si scoprirà chi è il bullo che perseguita la figlia di Renata?
Si scoprirà inoltre chi è il colpevole del delitto su cui è incentrata gran parte della miniserie? All'inizio pensavo fosse Renata la vittima, anche per via delle accuse che lei stessa rivolgeva al figlio di Jane, fino all'ultima sorprendente puntata in cui i nodi vengono al pettine.
Non vi dico altro, vi invito a guardare questa miniserie tv.

Commenti

  1. Dovrei averlo già visto solo per la presenza di Nicoletta Ragazzino, che di solito è motivo più che sufficente per vedere un film per quanto mi riguarda. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe ;) l'hai recensito? Mi piacerebbe sapere che ne pensi :)

      Elimina
  2. Una serie bellissima, semplice ed efficace.

    RispondiElimina
  3. Una piccola grande serie.
    Anzi, una grande serie e basta.

    Io comunque ne avevo parlato mooolto tempo prima di Ford. ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.