Passa ai contenuti principali

Non è un paese per vecchi

I Fratelli Coen girano Non è un paese per vecchi e vincono l'oscar per il miglior film, ma questa è una notizia superficiale, ma che sottolinea la definitiva consacrazione del duo di autori cinematografici di Minneapolis, che dirigono un film pieno d'azione con un killer spietato interpretato da Javier Bardem, anche lui vincitore dell'oscar, direi che è un quadretto perfetto, per la confezione non trovate? Ma dentro la confezione c'è la sostanza, e soprattutto il talento di due straordinari autori che ho scoperto per caso, e che film dopo film mi hanno conquistata cominciando a seguirli con passione ad ogni uscita cinematografica, il top per me resterà sempre L'uomo che non c'era con cui mi hanno conquistata entrando a far parte dei miei registi preferiti, in scena qui abbiamo una valigetta piena di soldi, uno sceriffo che la vuole tenere per se e che innescherà  un effetto domino su tutti i protagonisti, e un killer psicopatico dalla pettinatura impropria che uccide chiunque gli capita a tiro perchè è alla ricerca di QUELLA valigetta, chi vincerà? Tutti e nessuno, perchè non si può fare i furbi coi soldi degli altri, ma allo stesso tempo non si può giocare con le vite degli altri, ma come in un opera di Raymond Chandler, e come la rivistazione sopra le righe di questi due artigiani della settima arte, c'è poco da stare tranquilli, se li conoscete bene capirete di cosa sto parlando.
Superlativo Javier Bardem, particolarmente fuori testa con la pettinatura che si ritrova, sembra un automa senza coscienza, nè identità, guai a finirci davanti, dietro, o accanto, ci rimetti la pelle, ed è inutile cercare vie di fuga perchè lui dovunque ti trovi ti prende e ti fa fuori, il suo obiettivo è quella valigetta, e non esiste niente e nessuno che può fermare la sua follia assassina, lui deve avere quella valigetta, la otterrà?
Il finale aperto suggerisce che il nostro sceriffo sa il fatto suo, ma non dico molto per non rovinarvi ulteriormente la sorpresa, ma vi dico una cosa, in tutta la durata del film si nota la maturità, il talento dello script di due autori capaci di rinnovarsi a ogni pellicola, e il che non è poco, anzi, è un punto a loro favore, un vantaggio.
I Coen costruiscono un Thriller sopra le righe vincendo FINALMENTE l'ambita statuetta, era ora, anche perchè da estimatrice del duo di Minneapolis, e soprattutto dei loro film ne sono rimasta contentissima, ma va da se, Joel e Ethan sono due autori fantastici, quindi se squadra vincente non si cambia, loro sono l'esempio più adatto.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE.


Commenti

  1. Sinceramente è un film che non ho capito. Non per la composizione in se, ma più che altro per la sopravvalutazione data da coloro che lo hanno premiato. Ammettiamo che Bardem è stato bravissimo e che l'Oscar per lui è stato meritato. Ma l'Oscar per il miglior film? Non capisco. Un film carino, fatto bene e con una regia forte. Ma nulla di che...tralaltro cosa ci si aspetta ormai dagli Oscar...

    RispondiElimina
  2. beh effettivamente io che conosco praticamente quasi tutto il cinema dei coen ti posso dire che il massimo per me è L'uomo che non c'era, poi non ci sono dubbi che questo film ha azzeccato molto per i membri dell'accaemy, l'oscar per me doveva arrivare con fargo, ma quella è tutta un altra storia XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Spiderman Homecoming

Ecco il terzo capitolo del reboot di Spiderman...lo devo dire non è male, e questa terza parte mi è piaciuta particolarmente, per un solo motivo: Michael Keaton.
Perché? Perchè simpaticamente ha voluto fare il verso ai cosidetti supereroi - lui che ha interpretato il per me mitico Batman Burtoniano - e interpreta il cattivo, ovvero l'antagonista dell'uomo ragno.
Ed è pure padre della sua ragazza...

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…