Passa ai contenuti principali

Shame

Ecco un piccolo film da consigliare, Shame, che alla recente mostra di venezia ha vinto il premio per il migliore attore per Michael Fassbender, eccolo qui, Michael, gran bel ragazzo ma anche gran bravo attore, e qui è superlativo, la sua è un interpretazione coi fiocchi davvero, un ruolo ben recitato che anche con pochi dialoghi soprattutto nel bellissimo incipt, dove c'è un gioco di sguardi con una ragazza dai capelli rossi, segno di seduzione per attirare la sua attenzione, ma chi è il giovane? Il giovane si chiama Brandon, in apparenza ha tutto ciò che si possa desiderare dalla vita, un ottimo lavoro, una bella casa, bei vestiti, soldi, insomma non gli manca niente, ma c'è un lato oscuro nella sua vita, e qual'è? E' un sex addicted, ovvero un sesso dipendente, la sua vita, i suoi rituali vengono descritti dallo stesso regista in maniera sincera come se noi osserviamo la sua vita senza scendere in inutili giudizi, la guardiamo, la osserviamo, e poi scusate se lo dico ma ho letto di tutto, film porno, film con scene spinte etc etc etc...io nego assolutamente che sia un film così anche perchè è un film che mi ha lasciata sorpresa, soprattutto in questo periodo della mia vita, un film sul vuoto interiore, sulla incomunicabilità, sul rifugiarsi in una dipendenza, piuttosto che vivere la vita come una qualsiasi persona normale, sull'incapacità di esprimere gli affetti anche con la propria sorella, che arriva a casa sua sconvolgendo il suo equilibrio, e la sua vita.
Sono tutti e due persone fragili, alla ricerca di un equilibrio, che ahimè non troveranno mai, Brandon è alla ricerca di qualcosa, forse d'amore, e quando si presenta l'occasione è la prima volta nella sua vita, fa cilecca, eh si, quando deve fare vero l'amore fa cilecca, mentre quando deve scopare - e si diciamocelo - è un montone pronto a caricare qualsiasi femmina disponibile pronta a saziare il suo appetito, tra seghe di nascosto nel bagno al posto di lavoro, perchè quando ti prende la voglia non ci può niente e nessuno a farti capire che non è il posto adatto per consumare il tuo appetito incontrollabile, al navigare in internet nei siti porno per alimentare e consumare una dipendenza che lo rinchiude ancora di più in se stesso, nella bellissima scena in cui Sissy canta New York New York, si nota l'imbarazzo e la sua fragilità, e nel litigio che  poi culminerà in un finale che non vuole essere da happy end, ma vuole fare aprire gli occhi al pubblico.
Bravissima Carey Mulligan, il ruolo di Sissy è tanto centrale quanto complesso, e lei la interpreta talmente bene, in modo naturale, eh si Carey non delude mai, neanche con questo film.
In conclusione evitate di credere a tutte le cavolate che si leggono su questo film, VEDETEVELO perchè ne vale davvero la pena, un film sull'incomunicabilità e sulla freddezza della solitudine causata da una dipendenza scritto e diretto così bene che merita davvero tanto.
DA NON PERDERE.



Commenti

  1. Cerco questo film da non so quanto e le recensioni lette fino ad adesso sono tutte positive. Sai come posso trovarlo?

    RispondiElimina
  2. visto, qualche tempo fa...è stato un bel pugno nello stomaco, ma lui davvero sublime, bellezza fisica a parte...

    RispondiElimina
  3. Manuel io sono riuscita a trovarlo sul mulo, solo così sono riuscita a vederlo, dalle mie parti non s'è visto ^^

    RispondiElimina
  4. E' un film che avevo già segnato sulla mia listona...spero di vederlo presto, la tua recensione ha contribuito ancor di più alla mia curiosità! :D

    RispondiElimina
  5. un film pessimo... tremendamente noioso e ahimè non è nemmeno un porno...

    RispondiElimina
  6. Concordo con Lorant. Interpreti sublimi, ma una delle più grandi delusioni recenti. Sterile e freddissimo. Ne ho parlato anche io poco tempo fa.

    RispondiElimina
  7. ed è proprio questa freddezza che lo rende credibile, appunto per come viene rappresentata l'ossessione e la paura di Brandon, la sua incapacità di comunicare con chi gli sta vicino, se ci avessero messo calore non sarebbe stato credibile ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…