Passa ai contenuti principali

Carne Tremula

Ed eccocci al film di almodòvar più passionale, che ricorda vagamente un altro film quel Légami di cui Liberto Rabal rende omaggio con la medesima pettinatura di Antonio Banderas, L'incipt del film è la nascita di Victor, (Rabal) in cui compare per la prima volta in un film di Pedro anche Penelope Cruz, che sarà una delle attrici feticcio del grande maestro spagnolo, nelle pellicole che rasenteranno il meglio da lui diretto in tutta la sua carriera da Tutto su Mia madre, Volver fino a Gli abbracci spezzati, un piccolo ruolo, che rappresenta molto, per la giovane attrice spagnola. La protagonista è la nostra Francesca Neri, nel ruolo di Helena Benedetti, la donna di cui Victor si innamora, i due litigano perchè lei non ha rispettato il loro accordo di vedersi quando si sono conosciuti e hanno consumato il primo rapporto sessuale in una discoteca, una scintilla che sarà destinata a divampare quando Victor viene arrestato e poi rilasciato sei anni dopo per aver sparato a David (Javier Bardem), Helena lo sposa devastata dai sensi di colpa, ma a nulla ci vuole per frenare i sentimenti che prova per Victor, che una volta rilasciato dal carcere ritorna alla vita normale e stringe una relazione con Clara (Angela Molina) moglie di Sancho, l'ex compagno di lavoro di David con cui in precedenza aveva una relazione, Clara è una moglie stanca di un marito ossessionato da lei, un uomo che non ama più e che si ostina a rimanere con lei soltanto per una questione di possesso non per amore, le vite di Victor e Helena sono legate strettamente a loro, in quanto Victor è stato in prigione non perchè ha sparato a David, ma perchè Sancho, che quella sera ha bevuto, ha scoperto che Clara voleva lasciarlo per David, e così ha approfittato per sparargli, facendo accusare un ragazzo più spaventato che effettivamente minaccioso, perchè se prima David nella colluttazzione con la polizia aveva calmato la situazione, Sancho, acceccato dall'alcool l'aveva peggiorata ulteriormente.
Un film passionale, sanguigno, ma questa volta girato con la maturità di un autore che è in grado di raccontare storie al suo pubblico conquistandoli con un melò ben diretto, e ben girato, con un cast che riesce benissimo a interpretare il proprio ruolo, senza sbavature.
Tutto procede bene fin quando Victor non esce di prigione e riesplode la scintilla tra i due, che travolgerà tutti quanti, a nulla servirà il cercare di salvare i rispettivi matrimoni, in questo credo che Pedro abbia imparato la lezione di Truffaut, che con il suo film La signora della porta accanto prossimamente alla fabrica dei sogni narra una storia simile anche se del tutto differente, in quel film loro due erano sposati, in questo la donna sposata è lei.
Un piccolo film che merita davvero una visione, anche perchè qui ci sono i primi sprazzi passionali che ritroveremo nel bellissimo Parla con lei in cui il maestro spagnolo dimostra di saper girare un opera matura, qui ci siamo quasi alla maturità, adesso arrivano i capolavori assoluti del grande maestro spagnolo, una specie di opera di mezzo tra lègami alle opere più mature e più drammatiche.
CULT.




Commenti

  1. Eccolo qui! Bello bello bello!!! ;D

    RispondiElimina
  2. Sì, stavolta non devo dire SEGNO ahahah!
    Però l'ho visto qualche mese fa, quindi sono fresca di visione! :D

    RispondiElimina
  3. aspetto la tua rece allora, postami il link qui, così la leggo anch'io ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…