Passa ai contenuti principali

Alien

Negli anni settanta, nessuno pensava di coniugare cinema horror con cinema di fantascienza, che in quegli anni erano due generi distinti e separati, ci ha pensato Ridley Scott, e il risultato è Alien; un film entrato nella storia del cinema, siamo di fronte a uno dei film più innovativi e inquietanti della storia del cinema, unire generi avvolte è rischioso, e avviene la confusione, questo non avviene con Alien, grazie anche all'abilità di Ridley Scott, di coniugare il tutto con la storia centrale, facendone uno dei più inquietanti film di fantascienza della storia, come se fosse un solo genere cinematografico, è questo che rende geniale Alien.
Ma Alien è più di una pellicola geniale, un film che lascia col fiato sospeso dall'inizio alla fine e questo non è poco.
La storia è piuttosto semplice, abbiamo la navetta nostromo i cui membri dell'equipaggio, sono in ibernazione, ad un certo punto, si svegliano da soli, perchè hanno ricevuto un SOS, da un pianeta sconosciuto, e apparentemente disabitato, ma che è usato come covata da una specie aliena sconosciuta che li attaccherà ed è la fine, non riusciranno a liberarsi facilmente dell'alieno che in tutti i modi vuole sterminare questi invasori, sarà una lotta per la sopravvivenza senza pari, che vedrà Ellen Ripley lottare contro questa specie che si impossessa dei corpi delle persone che vengono in contatto con lei, e non è facile liberarsene facilmente, a niente servirà di cercare di salvare la vita ai suoi compagni, ma grazie alla sua forza di volontà riuscirà a liberarsi di quell'alieno che la minaccia.
Un film immenso, un capolavoro che ha creato un franchise che tra alti e bassi è diventato un icona, sin dal primo fantastico episodio, senza dubbio il migliore della serie, e ha dato la fama a Sigourney Weaver la sua Ellen Ripley è una donna con le palle, prototipo di tutte le eroine femminili che verranno in film meno riusciti di questo, non a caso l'alieno è femmina e sarà una lotta all'ultimo sangue, per liberarsi di questa dark lady che ha sete di sangue e che è più minacciosa di quanto apparentemente non sembri.
Immenso l'incipt, come anche lo scontro finale tra Ripley e l'aliena, in cui sembra che fosse l'unica sopravvissuta, ma è veramente così?
Un film dalla regia magistrale, e dagli effetti speciali innovativi per l'epoca di uscita, un capolavoro del cinema di genere che sicuramente ha fatto molti fan sparsi in tutto il mondo.
CAPOLAVORO ASSOLUTO.



Commenti

  1. guarda, non lo reggevo neanche io da piccola, poi l'ho visto e mi è piaciuto XD cmq tutti i gusti sono gusti ^_^

    RispondiElimina
  2. mammamia che bestemmia ha tirato giù il Teen Kid! Alien spacca il culo punto e basta. Condivido a bomba Arwen, una saga memorabile, e ora esce anche Prometeus di Scott ;)

    RispondiElimina
  3. eh si lorant hai proprio ragione ^^il film è una vera bomba ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.