Passa ai contenuti principali

Alien 2 Scontro finale

Ed ecco il secondo capitolo della serie che è tra i migliori della saga, dietro la macchina da presa la palla stavolta passa a James Cameron, che dirige un opera apocalittica rispetto al primo capitolo, protagonista è ancora Sigourney Weaver, nei panni di Ripley, stavolta da al suo personaggio le palle, poi il cast è totalmente cambiato, da notare anche Lance Herkinsen, nel ruolo del robot buono, mitica la scena in cui Ripley accorgendosi che è un robot impreca e sbraita ricordando la brutta esperienza con la navetta nostromo nel primo episodio, ma stavolta il robot è veramente buono e sarà una guida indispensabile  per eliminare il pericolo che incombe.
In questo secondo capitolo troviamo Ripley risvegliata dopo 57 anni dall'incidente della nostromo e incontra Carter J Burne, un uomo che aveva conosciuto al suo risveglio e le dice che i contatti con la colonia  LV-426 sono interrotti da giorni, chiedendole se vuole fare parte di questa missione, all'inizio rifiuta perchè vittima di devastanti incubi legati ai ricordi con la nostromo, dopo che ha partecipato a una riunione su ciò che è accaduto alla sua navetta e aver scoperto la perdita di un prezioso minerale che dovevano trasportare sulla terra, Ripley accetta, ma nella colonia dovranno  fare i conti con gli alieni che hanno distrutto la navetta, si ricomincia, e questa volta sarà una guerra senza esclusione di colpi, e scoprirà che il vero motivo di quella spedizione è prendere le uova degli alieni e studiarle, ciò non è avvenuto con la navetta inviata in precedenza perchè c'è stato un incidente, e questo causerà scontri violenti tra Ripley e il capo della spedizione.
James Cameron al suo meglio, dirige una versione alla sua maniera di Alien, facendo un seguito che non sfigura accanto all'originale proseguendo il discorso già cominciato da Ridley Scott, ma andando oltre, gli effetti speciali già allora erano fantastici, nonostante la tecnologia non era quella dei giorni nostri, in questo secondo capitolo regala, azioni, inseguimenti mozzafiato e tanto altro ancora, è uno scontro finale, inizialmente pensato come il capitolo finale, che poi avrà anche un altro capitolo diretto dal giovane David Fincher, ma ne parleremo quando sarà il tempo, dato che sarà l'ultimo film con cui concludere la rassegna.
Un capitolo colossale che aggiunge un altro tassello alla saga cominciata da Ridley Scott, un film che è un cult per tutti gli appassionati del genere, da non perdere.
CULT.



Commenti

  1. Dovrei fare un ripasso degli Alien, perché li ho visti tutti ma ricordo vagamente solo il primo.
    Sarà perché, nonostante la forte componente horror, la fantascienza non mi è mai troppo piaciuta...

    RispondiElimina
  2. Della saga il mio preferito.

    RispondiElimina
  3. Della saga il mio preferito.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.