Passa ai contenuti principali

Hugo Cabret

Prendete tutta la magia del cinema concentrata nei ricordi e nella speranza di due bambini, che la risvegliano dopo aver conosciuto Melies, che ora lavora in un negozio dentro una stazione, perchè ha perso la speranza ma non sa che attraverso i suoi film molte generazioni hanno imparato ad amare il cinema, Hugo Cabret è un orfano che si nasconde dietro ad un orologio, dove ha sostituito il custode perchè è morto, lui deve assolutamente terminare di ricomporre il robot che ha trovato suo padre, per non perdere la sua memoria, non sa che quel robot è stato costruito da Meliès stesso per un suo film, ma poi lo ha messo da parte non appena non gli hanno dato più la possibilità di fare cinema e vive chiuso in un chiosco di giocattoli, l'uomo è diventato burbero, e ha chiuso dentro una scatola del suo armadio i suoi disegni.
Hugo rubacchia qualche pezzo per terminare il robot, ma viene pescato proprio da Meliès che glielo sequestra non appena si accorge  che parla del robot, ma c'è un mistero da risolvere, e ci pensa a farlo Hugo che per avere il suo libro va a casa di Meliès e conosce una bambina con cui farà amicizia e sarà la chiave per scoprire il misterioso enigma legato a Meliès, di cosa si tratterà?
Martin Scorsese, smessi i panni delle opere drammatiche  come lo abbiamo conosciuto, dirige il suo primo film per ragazzi e che film, ve lo dico subito, ha diviso il pubblico, c'è chi lo loda, come farò io a breve e lo leggerete, e c'è chi lo ha buttato giù dalla torre, però mi bastano l'incipt iniziale per tuffarmi nel mondo fantastico di Hugo Cabret e lasciarmi avvolgere dalla sua magia, si perchè di magia si tratta, è senza dubbio uno dei migliori film di questa annata cinematografica, nonostante dia in 3D, e allora? Dietro la macchina da presa cari miei c'è un signor regista, uno di quelli che ha fatto la storia, è un esperimento per altro riuscitissimo di un autore in stato di grazia, ce ne vorrebbero film come Hugo Cabret, ma è anche vero che allontanandosi dai suoi soliti schemi può aver deluso molti, tra questi molti non ci sono certo io, che ho guardato con entusiasmo questo film, rimanendone conquistata, perchè sotto il 3D e i suoi effetti speciali, c'è la sostanza di una storia, una storia che sa di nostalgia e soprattutto una storia che parla di cinema, e di come sia nata la settima arte, possiamo chiamarlo un omaggio a Meliès? Perchè no? Il suo voyage dans la lune è uno dei film che voglio vedere in assoluto, ma lo dovrei cercare, poi vi dirò se l'ho trovato o meno, c'è aria di cultura, di magia, di cose perse e ritrovate, e c'è un bambino, un orfano, che riapre la porta dei ricordi e della speranza in un uomo che l'ha persa e vi pare poco? Io direi che in questo piccolo grande film batte un cuore forte, quello per l'amore della settima arte e lo si nota ad ogni inquadratura, io mi aspettavo la solita storia melensa che piace all'academy, e invece mi ha sorpresa perchè non è il classico film per ragazzi, pur rimanendo nell'impostazione un film per ragazzi è una storia di speranza, e di questi tempi fare film del genere ti riempe il cuore, correte a vederlo.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE.


Commenti

  1. Sai che per me è stato una delusione.
    Grandissima tecnica, pochissimo cuore.
    Peccato, perchè Melies era davvero un grande genio.

    RispondiElimina
  2. bah, io questa volta sto dalla parte del Team Ford.
    il che dovrebbe farti riflettere fortemente sulla scarsa riuscita di questo ultimo scorsese :)

    RispondiElimina
  3. ah ovviamente è molto lontano dal cinema di Marty come lo conosciamo non lo metto in dubbio, ha fatto di meglio e lo riconosco, però ho apprezzato molto il suo voler allontanarsi dal suo stile e fare un film di tutt'altro genere, è già successo con L'età dell'innocenza, ma parliamo di un capolavoro a differenza di questo, va bene vediamo il prossimo film se toccherà i vostri gusti :)

    RispondiElimina
  4. Quanti pareri contrastanti...e la mia curiosità cresce.

    RispondiElimina
  5. Mi schiero anche io dalla parte del Ford.
    Grandissima tecnica, meravigliose sequenze ambientate nel passato e da brividi per un cinefilo, grandissimo Ben Kingsley... ma il film era privo di cuore, la storia poco coinvolgente.
    Una delusione anche per me.

    RispondiElimina
  6. hehehe come si dice tutti i gusti sono gusti, è piaciuto solo a me questo film? Dai non ci credo avanti aspetto un commento di chi questo film è piaciuto, ci sarà qualcuno a cui è piaciuto no? XD Scherzi apparte ;) Gli altri film che ha fatto sono capolavori, questo film non è paragonabile ai film che ha fatto, è un film apparte, forse per questo l'ho apprezzato ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…