venerdì 23 marzo 2012

Zodiac

Forse è il miglior film di David Fincher, perchè è un opera matura, più misurata, e più intensa di questo regista, e lo si capisce scena dopo scena, innanzitutto Zodiac è una storia vera, la storia di un assassino che si fa chiamare così e che terrorizza un intera città a indagare sulla sua identità che non verrà mai svelata sono  un cronista e un vignettista, che ricevono le lettere di questo assassino e cercano di indagare a modo loro, con i giornalisti si aggiungono i poliziotti nell'indagine che risulta complicata in quanto molte volte Zodiac manda loro messaggi cifrati incomprensibili, molti di loro perderanno il contatto con le loro vite, soltanto il vignettista arriverà vicino alla verità, anzi la sfiorerà, ma nessuno riuscirà ad acchiappare questo pericoloso serial killer.
Fincher sceglie di narrare i fatti esattamente come sono avvenuti, con uno stile documentato, con date, ore precise, e racconta lo svolgimento dei fatti, e il perchè non riescono mai ad acciuffarlo trovando solo prove indiziarie, la sua regia è asciutta, ma vibra di  meticolosità dall'inizio alla fine del film, è più misurato rispetto ad altre pellicole, e così facendo controlla meticolosamente il suo lavoro riuscendo nell'intento di dirigere un opera più matura e controllata rispetto ad altre sue pellicole in cui l'istinto era esplosivo, qui l'istinto non c'è e secondo me più che un difetto è un pregio della pellicola.
Il cast di attori è eccezzionale, Jake Gyllenhaal e Robert Downey Jr sanno esprimere la psicologia dei personaggi che interpretano riuscendo ad essere realistici.
Un film sorprendente, che riesce a fare la cronaca di un avvenimento realmente avvenuto con meticolosità e maturità non cadendo in facili manierismi, è l'opera di un autore che sa di cosa tratta il soggetto che ha in mano e lo traduce sul grande schermo, anche dando il suo personale punto di vista, ed è uno dei grandi meriti del film, lascia da parte l'istinto che ha caratterizzato altre pellicole come ho detto prima e si concentra sulla storia, non facendo il compitino per gli studios, no anzi, riesce nell'intento di colpire lo spettatore e coinvolgerlo dall'inizio alla fine, e di questi tempi sono poche le pellicole che riescono in questo intento.
DA NON PERDERE


2 commenti:

  1. Ti stilo la mia classifica personale di Fincher:
    Seven
    Fight Club
    Millennium
    The Social Network
    Panic Room
    Zodiac
    The Game
    Il curioso caso di Benjamin Button
    Alien non l'ho visto

    RispondiElimina
  2. i suoi film sono molto belli :)

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...