Passa ai contenuti principali

40 giorni e 40 notti

Avete presente Josh Hartnett? Si quel belloccio che seduceva Kirsten Dunst nel film Il giardino delle vergini suicide in questo flm interpreta un giovane che fa una scelta, niente sesso per 40 giorni e 40 notti, dopo aver scopato a destra e a sinistra e rendendosi conto di aver dato sfogo solo a una pulsione, senza aver trovato la persona giusta, così esasperato decide di stare in astinenza forzata, e come regola non è permessa neanche la masturbazione.
Le scommesse degli amici al lavoro si sprecano, e neanche le ragazze che ci provano per "tentarlo" e fargli perdere la scommessa cercano soltanto di attirarlo nella loro rete, ma senza riuscirci, ma che succede nel frattempo? Che in una lavanderia incontra una ragazza semplice, socievole, e tra loro scatta la scintilla, ma come si fa ad alimentare una scintilla senza sesso? Si può si può, basta ascoltare il proprio cuore, che è quello che imparerà il nostro eroe, che nonostante gli amici gli stanno addosso per cercare di farlo smettere con la sua scommessa, lui non demorde, e fa bene, perchè scoprirà davvero che l'amore non è fatto solo di scopate, ma anche di altro, di appuntamenti al buio, di baci di nascosto, di parole, di gesti, e piano piano quelle cose che fino a poco tempo aveva messo da parte causa vendetta contro l'ex fidanzata che lo aveva mollato per un altro, e scoprirà che cercare una rivalsa contro una persona non fa che complicare ulteriormente le cose, ma alla fine la sua ex fidanzata lo frega col sesso, mettendo in crisi il rapporto con la ragazza di cui si è innamorato, riuscirà a riconquistarla di nuovo? Come diceva un vecchio proverbio, il cuore ha delle ragioni che la ragione non conosce, ma è anche vero che una fugace scopatina non rappresenta nulla, a confronto con un rapporto che piano piano ha costruito le sue basi per essere un rapporto solido e duraturo, alla fine nonostante gli impulsi gridano a gran voce di essere soddisfatti riuscirà nella sua scommessa e conquisterà il vero amore.
Il film sembra una banale e stucchevole commediola adolescenziale, invece è divertente acuto, spiritoso, romantico, non mi aspettavo di trovare tutta questa intelligenza in questo film, e devo dire che conquista, si conquista perchè lo script è acuto e intelligente, e si basa su veri sentimenti e sulla ricerca del vero amore, che è quello che cerchiamo tutti infondo.
DA COLLEZIONARE.


Commenti

  1. Mi è piaciuto molto.
    La scena col fiore l'ho ricordata spesso in diverse occasioni, davvero sensuale ;D
    Entrambi gli attori, poi, sono davvero belli!

    RispondiElimina
  2. divertentissimo!
    un quasi cult della mia adolescenza.
    i due protagonisti poi sono perfetti, peccato non abbiano (non ancora, almeno) sfondato a hollywood...

    RispondiElimina
  3. è un peccato si, è vero il film è divertentissimo, ci sono scene girate benissimo, ma il centro della storia è molto bella, è intelligente, per nulla banale ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.