Passa ai contenuti principali

J Edgar

La vita controversa, di J Edgar Hoover, che ha diretto con pugno di ferro L'FBI e ha servito diversi presidenti della repubblica americani in ben 50 anni di carriera, un personaggio controverso e contraddittorio, fisicamente non certo un bell'uomo ma che con l'interpretazione magistrale di Leonardo di Caprio, viene messo in luce soprattutto grazie al trucco per trasformarlo in Hoover.
Eastwood ritorna al cinema dopo lo splendido Hereafter e il sopravvalutato Invictus, con una pellicola che rischia di fare la fine del film citato prima, ma che grazie alla straordinaria bravura dei suoi interpreti e soprattutto della maestria di Eastwood  di dirigere il film, riesce a controbbilanciare questo rischio.
Un film complesso, un opera che riesce a sottolineare la storia degli stati uniti d'america attraverso lo sguardo di colui che ha creato Il Boureau of investigation, meglio conosciuto come L'FBI la polizia federale, ossessionato dal comunismo, e deciso a pigliare tutti i criminali d'america, ha delle geniali idee o potremo dire trovate, per poterli catturare, come catalogare le impronte digitali, in un archivio, per trovare facilmente i colpevoli e assicurarli alla giustizia, ma anche questo personaggio è controverso, il film sostiene la tesi dell'omosessualità di Hoover, un uomo molto attaccato alla madre, che ha sempre avuto un rapposto amichevole con le donne, e oltre all'interessamento dell'amicizia non è mai andato ma il film scava anche nel lato oscuro di Hoover, un personaggio discusso e odiato, per i suoi metodi poco ortodossi, addirittura accusato di violazione dei diritti umani sotto il maccartismo, un uomo che da direttore dell'FBI ha servito otto presidenti e che ha diretto con pugno di ferro il bureau con ottimi e innovativi risultati, Eastwood ne sottolinea, la vita, i successi, i fallimenti, grazie a una narrazione cinematografica intelligente e per nulla banale o retorica, anzi direi moderata dato il personaggio, che rinunciò a tutto per la carriera e per servire il suo paese, persino a sposarsi e a metter su famiglia.
Il film non è di certo un capolavoro, ma si lascia vedere bene, un ottima pellicola, girata da un autore che sa e conosce il personaggio che vuole raccontare.
DA NON PERDERE.


Commenti

  1. Da non perdere ed io m'ero persa questo post.
    Il film m'è piaciuto molto ed ho trovato un cast eccezionale.

    RispondiElimina
  2. Precisiamo, sono una grande estimatrice di Clint Eastwood regista, da sottolineare ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Liebster Award 2017

Innanzitutto mi scuso per il ritardo...di parecchi mesi.
Siccome non sono ipocrita ho deciso di premiare alcuni blog che ritengo amici, diciamo a quelli che secondo me meritano più attenzione.
Rintrazio S O L A R I S e anche Pietro Saba World che ringrazio di cuore, dunque le regole

1) Ringraziare e Rispondere alle 11 domande di chi ti ha premiato
2) Premiare gli 11 blogger meritevoli che non raggiungono i 200 followers
3) comunicare la vincita agli altri bloggers premiati
4)  Proporre ai premiati altre 11 domande

Ok alloooora, rispondo alle domande di Solaris
1 - Netflix e lo streaming (Legale) fanno bene o male al cinema?
Io dico che semplicemente sostituiranno la sala cinematografica, purtroppo le nuove tecnologie metteranno al bando i vecchi cinema, io spero vivamente di no...ma la realtà dei fatti purtroppo è questa :(
2- Mentre state vedendo un film al cinema fate silenzio assoluto oppure fate commenti con il vicino di poltrona?
Il silenzio è la regola principale, nessuno mi deve dis…

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.