Passa ai contenuti principali

Alice non abita più qui

Martin Scorsese, il cantore dell'amicizia virile, colui che nei film mette come protagonisti assoluti, quasi esclusivamente soggetti di sesso maschile, ecco che nel 74 spiazza il pubblico con un film che non ci si aspetta da uno come lui, e lo dico subito, che film!!!
Innanzitutto dobbiamo sottolineare una cosa fondamentale, il film è stato preculsore della serie tv Alice che è stato in quegli anni in compagnia del grande pubblico visto il grande successo del film si è pensato di fare un serial su Alice, anche se la protagonista del serial è diversa, ma comunque andiamo al film, protagonista è una bravissima Ellen Burstyn, premiata meritatamente con l'oscar, qui interpreta Alice Hayat, una casalinga a cui muore il marito e deve ricominciare daccapo, non sarà affatto facile, anche perchè deve partire e lasciare i suoi affetti e soprattutto la sua amica Bea, il loro addio è toccante e straziante, perchè Bea è l'unica persona che è davvero vicina ad Alice, il marito è chiuso e scontroso con cui non ha un dialogo da anni, la sua morte per Alice sarà una possibilità per ricominciare si daccapo, ci tenta una prima volta a riprendere a cantare, dopo una giornata in cui non ha trovato nulla, in cui si è messa pure a piangere un locale lo trova, lì comincia a fare pianobar, con un discreto successo e comincia a guadagnare per mantenere se stessa e il suo bambino, le cose sembrano andare per il verso giusto, finchè non arriva un uomo di 27 anni che si invaghisce di lei, e iniziano a frequentarsi, ma non appena Alice capisce che l'uomo è sposato e per di più anche violento, decide insieme a suo figlio, di ripartire di nuovo, stavolta andranno in un altra città dove questa volta trova lavoro come cameriera, mettendo da parte i sogni di cantante, e comincia a servire ai tavoli, in un primo momento le cose non sono affatto facili, ma pian piano si comincia a stabilire una certa complicità con le colleghe, qui Alice trova anche un nuovo amore, che all'inizio trova in lei resistenza, ma alla fine, grazie anche alla complicità del figlio che riesce ad accattivarsi la simpatia, i due iniziano una relazione, sarà l'inizio di una nuova vita per Alice? Ha finalmente trovato l'uomo giusto?
Film che risente moltissimo dell'influenza della nouvelle vague, intenso, misurato, toccante, per una volta scorsese mette da parte le sue tematiche abituali per raccontare una storia lineare che trascende emozioni, e ci riesce benissimo, particolarmente intensa l'espressività con cui disegna la sua protagonista, una donna come tante, con cui ognuna di noi può identificarsi, che trovandosi a un bivio nella sua vita deve prendere per la prima volta scelte in cui deve camminare da sola, non sarà affatto un viaggio facile, ma ci riuscirà grazie a un uomo che veramente si innamora di lei e che lei ricambierà.
Alice non abita più qui è un film che ritrae la vita esattamente come appare, senza trucchi, senza lacrime facili, bellissimo l'inizio con Alice che canta ed è a sfondo rosso e la madre la chiama per mangiare, un incipt con cui si parte dall'infanzia per entrare dentro la vita vera e qui si materializza l'immenso talento del suo autore che non utilizza nient'altro che la sua mdp per raccontare la sua storia e ci riesce benissimo.
In conclusione, un piccolo grande film fresco, sincero, immenso, che rappresenta la capacità di un autore di stupire il suo pubblico con argomentazioni lontane della sue tematiche ma che fanno centro grazie alle grandi influenze che lo hanno fatto diventare un grandissimo autore.
Scusate lo so forse non sarete d'accordo con me ma io voglio scriverlo lo stesso.
CAPOLAVORO.


Commenti

Post popolari in questo blog

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…