Passa ai contenuti principali

Bel Ami - Storia di un seduttore

Ennesima trasposizione del romanzo di Guy de Maupassant, con Robert Pattison che cerca in tutti i modi di dimostrare che oltre al vampiro Edward Cullen, è capace di fare vari ruoli, ora non sono come si dice una fan di Pattison, ma devo dire che so riconoscere quando un attore è bravo, qualità che Pattison almeno in questo film non ha, però è da ammirare la sua forza decisiva per uscire dal ruolo che lo ha reso famoso, anche se devo dire la verità non ha tutto lo charme di George Duroy, e nemmeno la sensualità di un uomo capace di sedurre tre donne, andarci a letto e poi mollarle per far carriera, perchè lui è molto giovane per il ruolo e apparte Christina Ricci, la più giovane tra le attrici le altre due sono piuttosto in età avanzata, una Uma Thurman ha superato i quaranta e l'altra Kristin Scott Thomas addirittura i cinquanta, ma forse va bene così, infondo si parla di un uomo che per far carriera e diventare qualcuno lo da alle donne per farsi aiutare dai loro mariti, il gioco sta tutto qui, bravissima Kristin Scott Thomas che come sempre dimostra una professionalità superlativa che si mangia praticamente tutti, le fa da spalla anche Uma Thurman, sono loro due le migliori del cast di attrici, Christina Ricci invece l'ho trovata sottotono, comunque sia la storia del film l'ho trovata affascinante, intrigante, in effetti stiamo parlando di un uomo che per diventare qualcuno entra nei letti di signore per bene riuscendo a sedurle tutte e a farsi un nome, diventando una persona rispettabile, nonostante ciò è una pellicola che rispecchia molto chi gioca con i sentimenti altrui per ottenere ricchezza e prestigio, quindi non stiamo parlando di un santerellino, come dicevo pocanzi, ci voleva un attore con la faccia da schiaffi, non Robert Pattison, che nonostante il suo impegno recitativo, è parecchio inespressivo e non ha la grinta per interpretare un "bastardo" che usa le donne e poi le butta via per quanto riguarda il regista, non lo conosco bene, quindi non posso parlare molto in merito, ma per accettare di girare un classico si può dire costruito per Pattison direi che è una pellicola costruita a puntino per le sue fans, a lungo andare non è che un film che bene o male si lascia vedere volentieri, seppur con le sue imperfezioni, l'ho trovato godibile e abbastanza coinvolgente.
NON MALE.




Commenti

  1. non l'ho visto e non so se lo voglio vedere perchè Pattinson mi respinge da ogni film in cui partecipa...ah ah ah !

    RispondiElimina
  2. a me è sembrata una robette decisamente modesta...

    RispondiElimina
  3. si non è un grande film, ma comunque godibile, di certo non dobbiamo aspettarci grandi cose, Pattison per questo ruolo è sbagliatissimo, ha una faccia troppo pulita, ci vuole un tipo dalla faccia da bastardo per fare questo ruolo ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.