Passa ai contenuti principali

The Chernobyl Diaries - La Mutazione

Ennesima trasposizione di un genere come il mocumentary, trapiantata questa volta in ucraina, un gruppo di ragazzi (sarebbe meglio definirli sfigati) che comincia un viaggio di turismo estremo, sui luoghi in cui è avvenuto il disastro nucleare di Chernobyl, all'inizio il film parte bene, ma poi si perde decisamente in un bicchiere d'acqua, perchè volete dirmi che questo film è un horror? Apparte che è stato girato con una telecamerina in mano, per tutto il tempo si sentono urla, schiamazzi, non si vede nulla di spaventoso, o meglio, sono le riprese che non mostrano nulla, solo quando dovrebbe arrivare la paura di colpo il regista non fa che smuovere convulsamente la telecamera, ma così fai venire la paura alla gente? Sinceramente di horror ne ho visti parecchi, e devo dire che tra i tanti mocumentary che ho visto se vi volete spaventare davvero, guardate [REC], e lasciate perdere questo filmetto che sembra girato da un adolescente in overdose di canne, e non da un professionista, il film sembra una parodia dei generi e sottogeneri horror, in cui non si va al punto cruciale che dovrebbe essere fondamentale in un horror, ossia quello di fare spaventare la gente, e di fargli venire la pelle d'oca, ma qui non si vede praticamente nulla, e pensare che alla produzione c'è l'Oren Peli, già creatore della serie spazzatura Paranormal Activity, se c'è qualcosa di meglio? Almeno non ci sono titoloni altisonanti, che fanno gridare a chissà quale prodigio di film di paura.
Un film dimenticabile, che se fosse stato in mani differenti magari ne avrebbe guadagnato parecchi punti in più, le riprese sono sempre fatte al buio, non si vede una cippa, ma ragazzi davvero mi volete far credere che questo è un film horror? E su quali basi? Perchè gridano come assatanati i protagonisti che vedono di tanto spaventoso? Il film, non te lo mostrerà mai, ma - e cavolo perchè far così - te lo dirà, - e grazie sai che paura, così si rovina tutto il gioco - facendo in modo che il sufflè si sgonfi in fretta lasciando solo il vuoto.
Sicuramente lascia l'amaro in bocca, perchè da questi film ci si aspetta chissà chè, ma poi una volta visti ci rimani sempre deluso, che senso ha continuare a girarli?
Il problema del film è che la trama non è stata sviluppata con precisione, quindi lo spettatore più di una volta rischia di addormentarsi, per non parlare delle riprese che sembrano quelle di un adolescente che se la sta facendo sotto dalla paura, ma che poi non ti mostra il perchè ha queste sensazioni. I protagonisti muoiono come birilli del bowling senza mai andare al dunque, non c'è una soluzione, si rimane con un mistero irrisolto perchè?
DA EVITARE.




Commenti

  1. Secondo me l'idea di fondo ci stava pure...però è davvero difficile oggi vedere un Horror sviluppato come si deve. Soprattutto registicamente parlando...Ci sono in Italia i Manetti Bros che qualche tentativo lo stanno facendo, certo hanno molto ancora da "trottare". Però sanno distinguersi almeno nel panorama nazionale. Io che rifiuto poi l'horror amatoriale, capirai, dopo aver letto anche il tuo commento negativo credo proprio che eviterò di vederlo...

    RispondiElimina
  2. ah si? I manetti bros li conosco ma non ho mai visto un loro film cercherò di recuperare qualcosina, si il soggetto non è male, ma poi la trama non l'hanno sviluppata come si deve purtroppo :(

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Ecco finalmente il tuo blog!
    Complimenti bella selezione di film, ovviamente c'è tanto Lynch! :)

    RispondiElimina
  4. noi non lo stronchiamo così sonoramente, daltronde abbiamo visto decisamente di peggio XDDDD diciamo che, si è stato deludente perchè ci aspettavamo una cagata di film ma con qualche bel salto sulla sedia, mentre alla fine ci ritroviamo con un prodotto non malvagissimo che poteva dare decisamente di più, mentre colpa di scelte discutibili (tempistiche sbagliate, comportamenti vagamente irrazionali dei protagonisti, finale di un secondo e mezzo..) si ritrova a non essere ne un horror ne un thriller. doppio peccato!

    RispondiElimina
  5. ah capisco beh si, ci troviamo di fronte a una pellicola il cui regista non sa che strada deve prendere, e questo peggiora ulteriormente le cose ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…