Passa ai contenuti principali

Femme Fatale

Brian De Palma ritorna al thriller e lo fa con un film che strizza l'occhio  a David Lynch e al suo Mulholland Drive per la struttura non lineare del film, anche se non ne possiede il fascino e il carisma che hanno fatto di Mulholland Drive un capolavoro.
Al centro del film c'è una Femme Fatale del titolo interpretata da una sensuale quanto perversa Rebecca Romijn, appena uscita dal cast del primo X-Men e già in cerca di emozioni forti, qui interpreta Laura, una donna che ha rubato un corpino d'oro tempestato di diamanti e ha fregato i suoi complici alla fine se lo è tenuto per se e lo ha rivenduto proprio con la complicità dell'attrice con cui si è scambiata effusioni mentre lo rubava, adesso è fuggita, ed è in cerca di una nuova identità, dopo essere stata scambiata per un altra donna,  trova quello che sta cercando, soprattutto quando assiste al suicidio della donna per la quale è stata scambiata, rifatta una nuova identità ora è in cerca della fuga e di una nuova verginità e come la trova? Sposando l'ambasciatore americano a Parigi, ma un paparazzo si mette nelle sue tracce rischiando di mandare in fumo i suoi piani, ma come riesce a non farsi fregare? Coinvolgendolo in un ulteriore piano, ma stavolta la vittima è proprio il suo prestigioso consorte...
Diciamocela tutta, Brian De Palma è senza dubbio un grande regista, a dimostrarlo ci sono filmoni come Omicidio a Luci rosse, versione riveduta e corretta de La finestra sul cortile che palesemente omaggia colui che effettivamente ha dimostrato di essere il suo mentore, non a caso De Palma è spesso citato nella storia del cinema come l'erede del grande maestro inglese Alfred Hitchcock, un altro suo grande film è Vestito Per uccidere con un grande Michael Cane e via dicendo, con Femme Fatale, cerca di riprendere il filo del discorso che lo lega a Hitchcock, ma qui vuole citare anche un altro mostro sacro del cinema che è Lynch mettendo la sensualità con cui  è pienissimo Mulholland Drive e anche una costruzione filmica in parte surreale che ne appesantisce la visione, con un finale che toglie tutta la perversione della Femme Fatale del titolo, rendendo il film riuscito solo a metà, e aveva tutte le qualità per essere un ottimo film, ma rimane però solo un buon film, che non aggiunge nulla di nuovo al grande lavoro che ha fatto De Palma con le sue precedenti pellicole, la cosa migliore del film rimane Rebecca Romjin e il suo personaggio di dark lady psicotica capace di sedurre tutti, donne e uomini che siano.
APPETITOSO



Commenti

  1. E' passato del tempo da quando guardai il film ma a me piacque e pure parecchio :)

    Io lo consiglio a tutti.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.