Passa ai contenuti principali

Il signore del male

Film che rappresenta il secondo capitolo della trilogia dell'apocalisse, questa volta incentrato sul bene e male, legati a tematiche religiose, che devono essere spiegati razionalmente con la scienza, questo secondo capitolo si allontana bruscamente dalla classica figura mefistofelica del maligno, John Carpenter dirige un opera difficile e complessa, sempre a basso costo, che alla sua uscita nei cinema non ha avuto la valutazione che meritava, eppure il livello del film è a tutt'oggi unico la tensione non ti lascia mai dall'inizio alla fine, e sembra di percorrere un incubo dove ci sono forze sconosciute capaci di tutto.
La visione del maligno Carpenteriana è a tutt'oggi una delle opere cinematografiche più sottovalutate rispetto ad altri film più convenzionali, dove già si conosce la figura mefistofelica, come una persona, e non come materia pura, capace di possedere corpi umani e mutarli fisicamente - e qui riprendiamo il discorso della mutazione fisica cominciata con  il primo capitolo che qui continua - in questo film ci sono forze misteriose capaci di mutare il destino degli uomini, capaci anche di minacciare una certa fine del mondo, ci sono segreti tenuti nascosti da secoli che vogliono uscire, e vogliono far conoscere i loro poteri capaci di distruggere il mondo, ci sono degli scenziati che si riuniscono in una chiesa, e che devono combattere forze a loro sconosciute, non hanno armi per combattere, forse hanno solo la loro fede e il loro cuore, alcuni soccomberanno, altri combatteranno, altri ancora moriranno, ma è nell'ordine naturale delle cose, la loro unica arma è un prete che sa molto di più di quanto dimostra di sapere, ma che nel momento della lotta si nasconde e aspetta il momento opportuno per combattere il male, che credevano una figura divina, ma certi segreti non possono stare a lungo nascosti, tutti i membri della compagnia poi fanno lo stesso sogno premonitore, che è un messaggio mandato nel futuro chi mai sarà? E cosa vorrà dirci? Come combattere il male? All'inizio nessuno immaginava che in quella boccia ci fosse il male in formato materia, attraverso la traduzione di un testo antico iniziano a venire fuori segreti agghiaccianti, la fede degli uomini verrà messa a dura prova...
Un film immenso, e come tutti i film di Carpenter ha diviso di molto gli spettatori, perchè non è di difficile comprensione, avvolte le scene possono essere forzate, ma scusatemi se lo dico, ci stanno tutte, per me è uno dei cult imperdibili del maestro, ma considerando che è stato girato a fine anni ottanta e a basso costo si deve comprendere che i mezzi non sono quelli di un blockbuster ma di un film che non da spazio ad effetti speciali stracostosi, che poi sinceramente i critici sono con la puzza sotto il naso, quando un film è ricco di effetti speciali lo si critica per la vuotezza dei contenuti, quando un film è a basso costo lo si critica per i pochi effetti speciali, beh a me sinceramente non importa, poi ovviamente tutti i gusti sono gusti, e ognuno la visione di un film la percepisce diversamente, io credo sia una delle pellicole da rivalutare, un piccolo ma grande film che merita un posto di riguardo soprattutto se amate davvero il cinema di genere.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE.


Commenti

  1. Il signore del male è un capolavoro assoluto. Ne sono totalmente dipendente. Se mi chiedessero di portare con me su un’isola deserta una sola pellicola , non avrei dubbi: mi porterei “Il signore del male”. La tensione inizia già dai titoli di testa, grazie alla sontuosa colonna sonora scritta, tra l’altro dallo stesso John Carpenter. I temi che vengono affrontati sono tutti decisamente importanti: la lotta tra il bene e il male, il mondo misterioso oltre dello specchio, l’intersecarsi di diverse dimensioni dello spazio e del tempo, le bugie della chiesa, ma soprattutto (e qui sta forse la novità), la lotta tra scienza e religione. Noi nasciamo, cresciamo e moriamo. Il contrario non accade mai. Ma nulla di tutto ciò è vero, lasciate credere agli altri che questa sia l'unica realtà, perché la nostra logica crolla a livello subatomico tra... fantasmi ed ombre. I personaggi non sono banali. In un’epoca storica in cui si farcivano i film di adolescenti idioti pronti a farsi massacrare nelle maniere più stupide, qui abbiamo un gruppo di studenti forse meno belli, ma decisamente di più alto spessore. Su Donald Pleasence non serve spendere altre parole. In questo film, nella parte Padre Loomis (sarà un caso che il suo personaggio in Helloween si chiamava Dottor Loomis?), appare in uno dei momenti più alti della sua carriera. Victor Wong, reduce dal successo ottenuto con “L’ultimo imperatore” di Bertolucci, appare in gran forma e contribuisce in maniera decisiva a creare le particolari atmosfere che si respirano nella chiesa dove sono custoditi i segreti della dimenticata “Confraternita del Sonno”. Alice Cooper, sebbene presente in poche scene, stupisce il mondo intero per la sua efficacia (dopo il disastro di Monster Dog, due anni prima). In poche parole, una accurato incastro di tasselli, uniti nelle loro perfezione, a formare un lavoro che John Carpenter non avrebbe avuto più la bravura o la fortuna di metter insieme. Anche se esiste un ordine nell'universo, non è affatto quello che noi avevamo in mente.

    RispondiElimina
  2. si condivido il tuo parere è senza dubbio un opera complessa, il suo fascino sta tutto qui, nel descrivere una situazione in cui tutti i nodi per una sera vengono a galla, attraverso il bene e il male, scienza e religione e via dicendo, lo si nota quando il prete parla con il professore, che sa praticamente il motivo della riunione in quella chiesa a differenza degli studenti che sono completamente ignari.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…