Passa ai contenuti principali

Dark Shadows

Tim Burton ci riprova, dopo il fallimentare Alice in Wonderland, dirige la versione cinematografica di una popolare serie tv degli anni sessanta Dark Shadow.
A prescindere dal fatto che non è poi così tanto male questo film, di sicuro è qualche gradino in alto al film precedente, ma a lungo andare forse è arrivato il tempo per lui di cambiare storia, e soprattutto protagonista, Johnny Depp che ha fortemente voluto il ruolo del vampiro, trasformato tale da una strega infatuata di lui che lo ha respinto uccidendo la sua amata, tra gag, scene comiche che non fanno rimpiangere il primo capolavoro di Tim Beetlejuice che spero di parlarne presto qui così potete conoscere il mio parere.
Pregi in questo film ce ne sono diversi, ma certo conoscendo Tim Burton mi aspetto un prodotto di alta qualità piuttosto che un film di intrattenimento, che va bene per uno come Michael Bay tanto per citare un regista di scarso talento, Tim il talento ce l'ha, e nonostante ciò costruisce il film a modo suo, con una sua precisa visione, che certo non lascia indifferenti, stasera non voglio fare paragoni con le altre sue pellicole, che sarebbe piuttosto banale, ma mi concentro sul film, ad essere sincera non mi è dispiaciuto, me lo sono goduto dall'inizio alla fine, ovviamente avevo molte aspettative da questo film, che in parte e lo devo dire, sono rimaste deluse, conoscendo Tim che mi ha sorpresa persino con un opera sottovalutatissima come Sweeney Todd che molti fans non hanno gradito tranne ovviamente la sottoscritta, con Dark Shadow, ci sono miglioramenti, ma ci troviamo davanti a un film sbiadito, non all'altezza dei film di Tim in cui lui ha cercato di rispolverare i generi cinematografici che lo hanno reso celebre, Johnny Depp sembra un pupazzo impomatato e inespressivo, ormai l'ombra dell'attore che ho apprezzato, mi duole dirlo, ma il suo Barabas non ha lasciato il segno, si riprende dal duello con Eva Green, che è di gran lunga la migliore del cast, la sua strega è in pratica l'outsider del film, e la sua interpretazione risolleva di molto un film che non è proprio da buttare, ma non ci darei tanti allori.
Forse è arrivato il momento per Tim di puntare verso una certa maturità di linguaggio stilistico e di autore, mandare a casa l'amico Johnny Depp, trovare un nuovo protagonista, avere maggiore ispirazione, per fare una pellicola degna del suo talento, perchè da lui mi aspetto tanto, ma di certo un certo sforzo per risollevarsi l'ha fatto, e certamente qualche altra visione gliela darò perchè Tim come regista mi ha dato tanto, e questo film una rivalutatina se la merita, perchè ha delle scene eccezzionali girate con cura nei dettagli, e riaspetto ovviamente il suo film più maturo perchè dopo il barbiere diabolico non mi ha entusiasmata più di tanto, apparte questo film, che è una piccola boccata d'aria fresca, ma spero che Tim non rifaccia più se stesso ma che punti a fare un film come lo sa fare lui.
In conclusione, il film non è male, ma non aspettatevi la genialità di Tim Burton, se vi aspettate quella puntate di più su Big Fish, Edward Mani di Forbice o La fabbrica di cioccolato.
NON MALE.


Commenti

  1. Premesso che io ho adorato Sweeney Todd, forse l'ultimo grande film di Burton, questo Dark Shadow parte già svantaggiato non per colpa del regista, ma di una sceneggiatura abbastanza risibile a cui lui ed Eva Green hanno cercato di ovviare, il primo con delle trovate geniali, la seconda con la migliore interpretazione del cast.
    Che dire, aspettiamo la prossima pellicola!

    RispondiElimina
  2. a me non è piaciuto ma è indubbio che sia un passo avanti rispetto alla schifezzuola di Alice...

    RispondiElimina
  3. @ Bradipo, si è un passo avanti rispetto ad Alice, alcune scene mi hanno divertito :)

    @Babol, Grazie x le dritte non sapevo della sceneggiatura

    @tutti e due, io da Tim mi aspetto quello che è capace di fare, perchè se lui si ci mette bene è capace di sfornare un capolavoro, e lui ce la fa, perchè mi devo accontentare di filmetti? Daje Tim dacce dentro e fai in bel film ^_^

    RispondiElimina
  4. Già, una delusione da una parte, belle premesse dall'altra. Aspetto al varco Frankenweenie ora! http://incentralperk.blogspot.it/2012/05/dark-shadows.html

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…