Passa ai contenuti principali

Il delitto Fitzgerald

Nel grande calderone dell'industria cinematografica, esistono sempre grazie al cielo film che si distinguono, spesso sono piccoli film che rimangono nascosti, tra i tanti titoli più altisonanti dei blockbuster, rimanendo un po' in ombra, Il Delitto Fitzgerald, sembra proprio uno di quei piccoli film, ma quanta sostanza c'è in un piccolo film come questo? Direi tanta, perchè, prima di tutto abbiamo un cast di attori che sono pezzi da novanta, si va da Kevin Spacey, a Ryan Gosling, Jena Malone, Michelle Williams fino a Lena Olin, ma andiamo a noi.
Sin dal titolo potrebbe sembrare un giallo, costruito per scoprire chi ha ucciso il fratello autistico di una ragazza, invece è molto di più, innanzitutto è una storia esistenziale, che invece di seguire i classici indizi del giallo, si concentra su un evento tragico, per scoprire come sia potuto accadere, lo spettatore conosce già il colpevole, malgrado potrebbe provare risentimento e non essere d'accordo con la sua versione dei fatti, con questo film è tenuto a capire l'assassino, cercare di comprendere cosa c'è dietro la facciata di una persona, ed entrare in empatia con lui, lo so, non è facile, ma nella vita ci vuole coraggio per esplorarsi a fondo, lo fa un professore nel carcere dove Leland Fitzgerarld  (Ryan Gosling) è rinchiuso, dopo aver ucciso il fratello della ragazza di cui è innamorato, lo spettatore osserva i genitori, gli amici, la stessa ragazza, cercando di capire i loro punti di vista sulla vicenda, e i loro legami affettivi con Leland, si nota la superficialità boriosa dei suoi genitori che invece di stare vicino al figlio, si preoccupano più di cosa dicono gli altri di loro, il dolore e la tristezza degli amici, e di tutti gli altri, l'unico che cerca di comprendere Leland è il professore Pearl Madison (Don Cheadle), che piano piano scava dove gli altri hanno paura di fare uscire tutto il marcio che si nasconde dentro una famiglia apparentemente normale, quando le cose cominciano ad arrivare a galla, si fanno più complicate e più difficili, persino la madre di Leland cerca un dialogo con il marito che non avviene.
Il Delitto Fitzgerald è un film che riesce a scuotere gli animi, come un fatto tragico riesce a fare uscire tanto  dolore nascosto dentro una famiglia cosidetta felice, è una cosa che indignia e fa riflettere, e per una volta i giochi della vita che spesso sono imprevedibili hanno un ruolo integrante dentro ognuno di noi.
DA NON PERDERE


Commenti

  1. Non ricordo ancora come mi era capitato di guardarlo ma so che l'avevo trovato davvero bello! E con un Ryan Gosling molto più bellino da moro... vedrò di recuperarlo!

    RispondiElimina
  2. si, fammi sapere se ti è piaciuto ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.