Passa ai contenuti principali

Sherlock Holmes gioco di ombre

Ed ecco ritornate le avventure di Sherlock Holmes, il poliziotto inglese impersonato un altra volta dal fantastico Robert Downey Jr, che in questo capitolo è ancora più trasformista del precedente, eh si, per la seconda avventura di Holmes, Guy Ritchie, adotta la formula squadra vincente non si cambia, e vince la partita.
Il secondo capitolo pur adottando la formula del primo racconta le gesta di un pericoloso terrorista che sta attuando degli attentati in città, si scoprirà che sono legati al traffico di armi, così Holmes e il suo socio Watson devono cercare di fermarlo in tutti i modi e scongiurare persino una guerra, non sarà facile e sarà una battaglia senza esclusione di colpi, riusciranno i nostri eroi a sconfiggere questo criminale?
Secondo capitolo spettacolare, ancora più del primo, Guy Ritchie si conferma un autore arguto e intelligente con una personalità propria menzione speciale oltre che al bravissimo Robert Downey jr anche a Jude Law che pur essendo comprimario offre un interpretazione acuta e divertente, ciliegina sulla torta? Ovvio, la regia di Guy Ritchie che impersona secondo il suo gusto le avventure di Holmes, riuscendo ad esprimere come lo vede lui.
D'altra parte è un secondo capitolo di un franchise,che effettivamente no nè male,  anche perchè di solito i seguiti sono leggermente inferiori al primo capitolo, in questo possiamo sottolineare che spiccano maggiori scene d'azione e anche effetti speciali, ma d'altronde la storia è divertente, ben girata e diretta, gli attori fanno divertire, perchè dire il contrario quando è così?
Un film cool dico io, spero che qualcun'altro condivida questo mio parere, d'altronde si tratta di un film divertente con attori che sanno accattivarsi la nostra simpatia, pur rivelando alcuni classici clichè dei blockbuster in genere, che sono coperti dalla spettacolarità delle scene d'azione, il film si rivela un prodotto di intrattenimento molto appetitoso.
DA COLLEZIONARE.



Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.